scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Cerca su Facebook le prove del tradimento del marito, ma quello che scopre la sconvolge

LONDRA - Scopre su Facebook che il marito aveva un'altra donna, ma spiando a fondo il suo profilo si rende conto che ha un'altra moglie. Yvonne Gibney, 55 anni, era sposata con Maurice Gibney da 17. La donna sospettando dell'infedeltà del marito ha deciso di spiare il suo profilo Facebook dove ha scoperto chi era la sua amante, Suzanne Prudhoe.

La seconda donna però, non era un flirt, o un amore temporaneo, ma i due sono stati fidanzati per due anni fino a convolare a nozze.
Tra i due c'è stato un sontuoso matrimonio dal costo di 45 mila dollari, in cui lei indossava un abito bianco e lui era elegantissimo. Le foto delle nozze erano state pubblicate sul social, peccato che l'uomo fosse già sposato. 

Suzanne non sapeva di Yvonne e delle nozze con Maurice, la donna sapeva che aveva un'ex moglie con cui però non aveva più rapporti da anni. Dal secondo matrimonio sono anche nati due figli, così Yvonne, scioccata e umiliata ha deciso di denunciare il marito. 

L'uomo è stato poi condannato dalla Corte Wirral Magistrates ad una pena detentiva di sei mesi.

leggo.it


 

I 10 esperimenti più inquietanti e scabrosi fatti dal governo americano sulle persone

Si è molto parlato di esperimenti condotti sugli esseri umani dai tedeschi durante il periodo nazista. Ma in realtà non sono stati solo i nazisti a fare degli esperimenti sulle persone: anche gli americani nel corso della storia ne hanno effettuati un gran numero. Alcuni di questi sono così scabrosi e terribili che è difficile credere siano stati attuati veramente. E invece si: per qualche dinamica inconcepibile alla maggioranza degli esseri umani, si è spesso innescato uno strano meccanismo uomo-contro-uomo, volto alla distruzione del prossimo. Ecco quindi 10 dei peggiori esperimenti condotti dagli americani sugli esseri umani, orribilmente veri.

curiosone.tv


 

Lei è insoddisfatta delle sue dimensioni: fidanzato disperato si evira col rasoio

MACEDONIA - La sua ragazza era decisamente insoddisfatta della qualità dei loro rapporti sessuali e non aveva esitato a dichiararglielo in tutta sincerità. Per questo un 22enne ha deciso di tagliarsi il pene con un rasoio ed ora è ricoverato in ospedale.  

Il protagonista della vicenda è Oliver Ilic, un ragazzo macedone che vive a Kocani, piccola città nell'est del paese. Insoddisfatto delle proprie misure e affranto dopo la confessione della fidanzata, il 22enne ha deciso di tagliare il proprio pene con un rasoio, gettandolo poi nella spazzatura.

Immediatamente ricoverato in ospedale per la grande perdita di sangue, il ragazzo è poi stato trasferito a Skopje poiché solo nella capitale vi era personale medico qualificato per un intervento complesso e delicato come quello di riattaccare l'organo genitale. Dopo cinque ore l'intervento è riuscito ma per i medici è ancora presto per sapere se il pene riacquisirà completamente tutte le funzioni.

leggo.it