scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Convinta di essere la sosia di Raffaella Fico, apre una pagina su Fb: ''Siamo uguali''

NAPOLI - Nel giro di pochissimo tempo Raffaella Parvolo, una donna napoletana convinta di essere la sosia di Raffaella Fico, è diventata un vero e proprio fenomeno sui social network.

I suoi fan su Facebook hanno raggiunto quota 23.000 e, a guardare il coinvolgimento degli utenti, crediamo che possano aumentare ancora. La Parvolo, a quanto sostiene, ha addirittura un team di truccatori e fotografi che realizzano dei veri e propri servizi dedicati a lei. 

"X chi non riuscisse a distinguerci, io sono quella con gli occhiali.. li ho tenuti apposta x che tanti mi scrivono nei commenti quale sono delle due splendide donne", scrive la Parvolo su Facebook.

leggo.it


 

Tortura a morte il suo cane, sentenza storica: condannato a 55 anni di carcere

USA - Gli animali domestici sono spesso le vittime indifese della violenza degli uomini. Dagli USA una storia che fa gelare il sangue. Un cane di nome Doe era stato trovato agonizzante in una strada di Quincy, negli Stati Uniti.

Era rimasto sconvolto anche il veterinario, scrive Il Messaggero. Solo un folle poteva aver infierito così su quell'animale, che presentava ferite profonde, lividi, tagli, ustioni e tante ossa rotte. Il dottore non ha potuto fare altro che addormentare per sempre il povero cane.

Pochi giorni fa Radoslaw Czerkawsky, il torturatore, è stato condannato a 55 anni di carcere: cinque anni per ciascuno dei 11 capi accusa. Una sentenza storica. Czerkawsky si era dichiarato non colpevole. Gli è stato ritirato il passaporto, la cauzione è stata fissata a un milione di dollari. I media statunitensi per una volta hanno seguito con attenzione la vicenda, in settantamila avevano firmato una petizione per chiedere l'arresto dell'uomo prima del processo.

La polizia, proprio sulla spinta dell'attenzione e dell'interesse intorno a questo fatto di cronaca, ha indagato come se fosse sulle tracce di un serial killer, scovando tracce di peli e di sangue nella casa del sospettato.

 

Mamma fa ingerire vermi solitari alla figlia per farla dimagrire: ''Deve vincere il concorso''

USA - Genitori disposti a tutto pur di far partecipare i propri figli adolescenti, a concorsi di bellezza. Disposti a cose ancor peggiori per cercare di farli vincere, primeggiare. Assurdo quanto accaduto in Florida, dove una madra ha costretto la propria figlia non ancora maggiorenne, ad ingerire alcuni vermi solitari. Il motivo? Voleva far dimagrire la ragazza in vista di un concorso di bellezza. A denunciare la vicenda è stata un'infermiera del pronto soccorso,  , che ha raccontato tutto alla trasmissione televisiva Untold stories of the ER. 

"C’era qualcosa nel suo intestino. A un certo punto la ragazza è andata in bagno e ha cominciato ad urlare. La tazza del water era piena zeppa di vermi solitari. Era così disgustoso e la ragazzina se ne è liberata defecando. Ce ne erano due che erano veramente lunghi, che si divincolavano per cercare di uscire dalla tazza." 

La verità è venuta subito a galla: la madre aveva costretto la figlia ad ingerire i vermi. Si è poi giustificata dicendo: 

"Sai, l’ho fatto solo per farti diventare un po’ più magra. Avevi bisogno di un po’ d’aiuto prima che andassimo al concorso."

 

L'infermiera Maricar Cabral-Osorio

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.