scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Perde 180 chili in 18 mesi: ''Una ragazza conosciuta su internet mi ha salvato la vita''

USA - La depressione gli aveva rubato tutto. Dieci anni che non ritorneranno mai più sono volati tra alcol e un costante aumento di peso. Senza un lavoro, senza fidanzata e con pochi amici Brian Flemming, 32 anni, di Detroit trascorreva le sue giornate bevendo e dedicandosi ai videogiochi.

Poche uscite, quelle indispensabili per fare scorta di vodka da scolare come se fosse acqua. Ma proprio quando gli sembrava di non avere più alcuna chance, quando sul fondo non c'era più niente da raschiare è arrivata lei, la sua migliore amica: una donna che dall'altra parte dell'Oceano sarebbe diventata la ragione per dare una svolta e intraprendere un nuovo cammino. Più che un cammino, una maratona.

Brian, oggi, è un'altra persona. Fino a due anni fa pesava quasi 300 chili e non passava un solo giorno in cui non aggiungesse una bottiglia di alcol alla sua serie infinita. Trascorreva le sue giornate al tablet, giocando a Draw Something e cercando di dimenticare quanto in basso fosse caduto. Poi, nell'agosto 2012, Jackie Eastham, 51 anni, di Londra, è entrata nella sua vita. Casualmente accoppiati nel gioco on line i due hanno iniziato a parlarsi e a confidarsi.

«Ho deciso di buttare fuori tutto quello che avevo dentro – ha raccontato Brian – Volevo sembrarle simpatico, forse volevo muovere un po' di compassione, ma lei mi disse subito, seccamente, che stavo buttando via la mia vita». Giorno dopo giorno, i due sono stati di conforto l'uno per l'altra. Anche Jackie aveva bisogno di un amico: colpita da una distrofia muscolare, ha visto piano piano i suoi muscoli indebolirsi. Ma sono state le parole di quella fragile donna a cambiare completamente il corso della storia di Brian: spaventato dall'idea di perdere la sua amica ed essendo arrivato al limite dell'esasperazione, ha deciso di dare un taglio ad alcol e cibo. La nuova vita ha avuto inizio il 13 ottobre del 2012.

«È stato difficile all'inizio – ha raccontato l'uomo – in quel periodo ho provato l'intera gamma di emozioni: mi sentivo disperato e arrabbiato allo stesso tempo. Ero arrabbiato con il mondo e con la vita che si era rivelata così triste con me. Ero arrabbiato con me stesso per non aver mai fatto nulla. Ero arrabbiato perché avevo 30 anni e avevo praticamente sprecato un decennio della mia vita».

Per prima cosa ha dato un taglio all'alcol e alle pessime abitudini alimentari. Ha dovuto dire addio a pranzi e cene in stile fast food da 5mila calorie e ha iniziato a muoversi. Prima in casa, poi in bici, diventata la sua nuova dipendenza. Nel giro di tre mesi Brian è riuscito a buttar giù 50 chili. A dicembre, con addosso molti chili in meno, è volato a Parigi per conoscere Jackie e, insieme, mano nella mano, hanno scalato la Tour Eiffel. Oggi, a 18 mesi dal suo radicale cambio di vita l'uomo ha perso 180 chili. Il prossimo passo è rimuovere i 30 chili di pelle in eccesso grazie a un intervento chirurgico che è stato programmato a breve. Adesso ha un lavoro come maestro di flauto in una scuola e ha aperto una pagina Facebook per aiutare chi, come lui, ha trovato in rete la forza per svoltare.

Intanto in queste ore affronterà la sua prima, mezza maratona. Avanzerà come un uomo nuovo verso il traguardo. Correrà per beneficenza per raccogliere i fondi per la distrofia muscolare. Correrà con il cuore e con le gambe per la persona che le ha cambiato la vita. Perché la speranza arriva quando meno te lo aspetti. Non è mai troppo tardi.

ilmessaggero.it


 

Azienda paga 2600 euro in Giamaica: ecco il lavoro dei sogni

Azienda paga 2600 euro per bere rum in Giamaica

Non sarà il lavoro della vita, ma ha tutti i requisiti per diventare una piacevolissima esperienza professionale l’offerta di lavoro di un’azienda di rum che, pur sapendo tanto di trovata pubblicitaria, ha dalla sua un’indubbia originalità.

La proposta, messa nero su bianco con tanto di precise condizioni d’uso e regolare contratto a progetto, è rivolta ai maggiorenni e consiste nel trascorrere un periodo di 6 mesi in Giamaica su una spiaggia del posto, con tanto di copertura totale del soggiorno e uno stipendio più che dignitoso, 1.400 euro netti al mese a cui aggiungerne altri 1.200 per le spese di vitto e alloggio, fino ad un massimo di 400 euro per il raggiungimento di eventuali obiettivi di produzione. 

La mansione principale del lavoratore prescelto è quella di tenere un diario quotidiano sponsorizzato da un superalcolico e diventare soggetto ‘social’ che tra la spiaggia, il sole e le palme, sia in grado di gestire i vari canali web del brand: “Lo scopo della selezione – si legge nell’avviso emesso dall’azienda produttrice di alcolici, la Appleton del gruppo Davide Campari di Milano  - è quello di identificare il soggetto più consono ad ottenere un contratto a progetto per prestazioni intellettuali di 6 mesi”. “In particolare – si legge ancora – il soggetto dovrà documentare l’esperienza che vivrà durante il suo viaggio in Giamaica e le diverse visite nei Chiringuiti locali, sui canali digital a marchio Appleton (quali Facebook, Twitter, sito istituzionale Appleton, blog eccetera…)”.

Chi può partecipare? Tutti i maggiorenni residenti in Italia e con conoscenza della lingua inglese “senza precedenti penali, in possesso di tutti i requisiti per ottenere un visto turistico in Giamaica” senza dunque “aver riportato condanne o aver commesso reati legati all’immigrazione irregolare nello stato della Giamaica o nel proprio territorio di residenza”.

C’è tempo fino al 30 settembre 2014 per candidarsi e inviare un video di candidatura al sito della Appleton. Successivamente i semi-finalisti saranno convocati per un colloquio conoscitivo, e infine il 28 novembre 2014, alle ore 18, la finalissima con una giuria che decreterà il vincitore. La partenza verso le bianche spiagge giamaicane è prevista per il mese di febbraio 2015.

today.it

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.




Potrebbe interessarti: http://www.today.it/donna/lavoro-giamaica.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930
 

Sesso orale con 20 ragazzi in cambio di un drink. Turista hard ripresa da un telefonino. Aperta indagine

SPAGNA - Una turista scatenata, disposta a tutto per avere drink omaggio. In una discoteca di Palma de Maiorca, sulla spiaggia di Magaluf, ha "regalato" sesso orale ai ragazzi presenti in cambio di bevande gratis.
 
La giovane, che si sospetta sia britannica, ha velocemente attirato l'attenzione su di sé creando la "fila" di ragazzi pronti a farsi praticare il sesso orale. Lei non si è scomposta e ha accontentato almeno una ventina di suoi coetanei. 
La scena è stata ripresa da uno smartphone e il video è stato pubblicato sui social network. Da Facebook a Twitter il video è divenuto virale (poi è stato bloccato) scatenanto lo stupore e il disgusto degli utenti. In cambio ha ricevuto una bottiglia del valore di circa 3 euro. La polizia ha aperto un'indagine per capire se si tratta di un caso unico o di una tendenza in crescita.

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.