scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Audrey, 11 anni, disegna un Doodle per Google: vale 18mila euro. ''Per un mondo migliore''

NEW YORK - Un doodle da 18mila euro. Lo ha realizzato per Google una bimba di 11 anni di New York, Audrey Zhang.  

La giovane è stata premiata per il design più accativante e lavorato di quelli ricevuti dal colosso del web mondiale.

Il tema scelto dalla piccola Audrey è l'acqua pulita, incontaminata, la natura e la rappresentazione di un mondo migliore. Ha vinto il concorso lanciato nelle scuole da Google e ha commentato così la sua opera. "Il messaggio che voglio mandare è di come si possa prendere l'acqua sporca dai fiumi e dal mare, pulirla e renderla potabile per un mondo migliore".

"È così lussureggiante, così ricca, così piena, così completa". Ha detto dell'opera Ryan Germick, capo degli artisti team di Google Doodle.

leggo.it


 

La bimba torna a parlare grazie a un cane: la vita di Valeria, 4 anni, cambiata in tre mesi

STATI UNITI - La storia di Valeria, un bimba di 4 anni, è una di quelle che fa scendere almeno una lacrima e rimane dentro di noi per molto tempo.

La bimba, che vive a Miramar, una città della Florida (Stati Uniti), sta progressivamente tornando a parlare, grazie ad un amico molto speciale: Compass, un Golden Retriever che la sta aiutando in una pet therapy. 

Valeria ha un passato molto travagliato: è venuta al mondo prematuramente, dopo due aborti spontanei di sua madre. Fin da subito ha dimostrato grandi difficoltà nel linguaggio parlato. Dopo aver scartato ipotesi legate alle malattie mentali, quali l'autismo, i medici hanno scoperta che la bimba ha avuto delle infezioni all'orecchio, collegate ai suoi problemi nel parlare. 

Ma ora la situazione è migliorata grazie a questa pet therapy presso il Memorial Hospital di Miramar.

leggo.it



 

Sa che diventerà cieca, bambina compila una lista di desideri da realizzare prima di allora

Molly Bent è una bambina di soli sei anni con di fronte a se una verità molto ma molto più grande di lei. Molly sa che sta per diventare cieca. La bambina è affetta da una malattia chiamata retinite pigmentosa che potrebbe renderla cieca in qualunque momento. Lei è cosciente che tutto ciò potrebbe accadere da un momento all’altro così ha deciso di stilare una lista di cose da fare e vedere prima che di fronte a sè si celi quel buio che rimarrà per sempre.

Ha preso carta e penna e ha stilato un elenco di cose che vuole fare che è lungo come il suo braccio, ha raccontato la madre Eve in un’intervista al Daily Mail e anche se so che io e mio marito Chris non riusciremo a farle fare la metà di quelle cose, abbiamo deciso comunque di provarci

La piccolina consapevole che prima o poi diventerà cieca sta imparando a camminare col bastone e a leggere in braille:

Per noi genitori tutto questo è straziante perché Molly è così intelligente, curiosa e adora il mondo attorno a lei. Per il momento l’abbiamo portata allo zoo, alla casa delle farfalle di Lancaster e al museo di Manchester per vedere le mummie egizie e i dinosauri, ma stiamo raccogliendo i fondi necessari a regalarle quanti più ricordi possiamo. Non sappiamo esattamente quando diventerà cieca, anche se abbiamo purtroppo la sensazione che la sua condizione peggiori ad ogni visita dall’oculista

Ecco la lista dei suoi desideri: 

  • Andare a Disneyland
  • Andare allo zoo
  • Visitare Londra
  • Vedere il Palazzo della Regina
  • Visitare il Museo di Storia Naturale
  • Visitare Blackpool
  • Visitare la Scozia
  • Andare all’Aquarium
  • Fare un safari park
  • Andare a Legoland
  • Vedere la spiaggia
  • Visitare musei
  • Andare a teatro
  • Assistere ai concerti
  • Visitare l’Australia
  • Vedere una partita di calcio

Ed in rete è già partita una raccolta fondi per far si che Molly possa realizzare tutti i desideri della lista.

leggilo.net