scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Mogli e fidanzate contro Laura, la sexy barista -Foto-

«Si dice che al cugino di una gli ha fatto certe moine». «Mica msolo a quello lì, sai. Anche a un altro, certo, una volta gli ha fatto vedere tutte le sue foto osè, quelle del calendario». «Anche al fidanzato di quella bella ragazza che lavora in città, l'altra sera gli ha permesso di baciarla». 

Andate a Bagnolo Mella. Avvicinate una signora, una qualsiasi. Mi scusi signora, dove si trova il bar di Laura Maggi? Ma come, risponderà basita, anche lei va al bar di Laura Maggi? Sì, rispondete di sì. Scatenerete l'ira di un intero paese. Delle donne di un intero paese. Mogli,fidanzate, zitelle. Soprattutto zitelle. Eppure il bar di Laura Maggi ha un nome così chic, che fa tanto Parigi: Le café. «Fossero solo i caffè», commentano stizzite le donne. Già. Ci sono anche i vodka-tonic. Al venerdì sera, se ne vendono, di vodka-tonic, al bar di Laura Maggi.

Forse perché sono squisiti. O forse perché «quella lì» il vodka-tonic lo serve sfoggiando un lembo di tessuto che chiama vestito, 30 centimetri di stoffa (millimetro più, millimetro meno) e trampoli che manco l'ultima sfilata di Jean Paul Gaultier. 
Forse perché alle pareti del bar non sono appese riproduzioni di Matisse ma i calendari in cui Laura, ogni anno, si fa ritrarre in pose vuoi bucoliche, vuoi metropolitane, vuoi naif. Svestita. Il bar è sempre pieno, ovvio. Di uomini. E Bagnolo Mella è la Sant'Ilario cantata da De Andrè, con le signore adirate contro Bocca di rosa , pardon Laura Maggi. Le cui gesta echeggiano ben oltre il paese. A Bagnolo, invece, volano su facebook. Laura non fa in tempo a sfoggiare un abito argento, che è già pubblicato sul wall del gruppo Gli amici di Maggi Laura con i suoi 3mila e 543 adepti. Laura non fa in tempo a realizzare un calendario che il mese di gennaio è già postato. Per non parlare dei commenti alla gonna da collegiale. Sexy, certo. Un galantuomo, forse un letterato, scrive «Tanta bella roba! Mmmm». Un appassionato d'arte, forse un mecenate, pensa subito al Canova: «Sculturaaaaaa». Un altro chiede se Laura tornerà mai alla fiera di Montichiari.

Nel frattempo, la buona fede ripostanegli uomini si dilegua. Impossibile credere quando ti dicono che la donna è sensuale se sussurra, se si vela. Ma sì, ti dici, i pantaloni a vita alta sono meglio della minigonna. Sai quali fantasie possono suscitare? Chiedetelo a Bagnolo, cosa ne pensino dei pantaloni a vita alta. «Qui i pantaloni a vita alta non sanno più cosa siano», lamenta il sindaco Cristina Almici. «Ormai del paese si conosce solo il sexy bar». Le cittadine sono piuttosto agitate. «Solo? Direi furiose! Si sono persino rivolte ai carabinieri». Addirittura? «Certo. La signora Maggi è stata convocata al Comando. E ammonita verbalmente». Qualcuno le avrà pur dato il permesso di lavorare fino a notte fonda. «L'autorizzazione ce l'ha, ma che ne sapevo che avrebbe servito cocktail vestita così? Mi dia il tempo, sto pensando a un provvedimento. Qui l'ordine pubblico è andato a farsi benedire».

* Fonte corriere.it

Mogli e fidanzate contro Laura, la sexy barista -Foto-

Mogli e fidanzate contro Laura, la sexy barista -Foto-

Mogli e fidanzate contro Laura, la sexy barista -Foto-

Mogli e fidanzate contro Laura, la sexy barista -Foto-

Mogli e fidanzate contro Laura, la sexy barista -Foto-

GUARDA LAURA A "LE IENE" QUI
Mogli e fidanzate contro Laura, la sexy barista -Foto-



Qualcuno si ricorda di Lory? Ecco l'altra sexy barista balzata agli onori della cronaca
(VAI AL POST)
http://notizieincredibili.scuolazoo.com/incredibile/barista-troppo-sexy-le-mogli-dei-clienti-firmano-una-petizione

 

Brescia, cane sepolto vivo salvo dopo 2 giorni -Foto-

Non si riesce a trovare una piegazione per un gesto simile, se non il sadismo vero e proprio: il padrone di Jerry, un cane di razza bretone con pelo bianco e rossiccio, lo ha sepolto vivo e se non fosse stato per la segnalazione di un cittadino sarebbe certamente morto in un modo crudele.
Qualcuno, il primo novembre, ha sentito dei lamenti provenire dal terreno, così ha allertato la  polizia locale di Desenzano del Garda che ha tratto in salvo il cane, dopo due giorni di tortura in un terreno in campagna.

Quando la pattuglia di agenti in motocicletta è arrivata, però, da quell'avallamento coperto da laterizi non proveniva più alcun gemito. Per fortuna, però, dopo pochi minuti il debole lamento si è fatto sentire ancora dalle macerie, cos i vigili hanno cominciato a a scavare fino a trovare il cane, che giaceva sotto i detriti con una benda sugli occhi.

Ormai Jerry respirava a fatica, non riusciva più a muoversi ed era disidratato. Subito è stato affidato alle cure dei veterinari della locale Azienda Sanitaria. Ci sono volute solo in poche ore perchè la polizia risalisse all’identità del proprietario del cane. L'uomo ha ammesso di avere sepolto il suo animale quanranta ore prima ed è stato denunciato per maltrattamento di animali (artt. 544 ter e 727 del C.P.). La particolare crudeltà del maltrattamento, poi, rende ancora più grave l'accusa. Jerry ora non è in pericolo di vita ed è in affidamento, su disposizione del Pubblico Ministero di turno, al canile sanitario di Brescia, in attesa di essere condotto al canile di Desenzano.

* Fonte Leggo

Brescia, cane sepolto vivo salvo dopo 2 giorni -Foto-

Brescia, cane sepolto vivo salvo dopo 2 giorni -Foto-

Brescia, cane sepolto vivo salvo dopo 2 giorni -Foto-