scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Canada: donne danno a calci nei testicoli e uomini girano con conchiglia

In Canada fare una normale passeggiata per strada può esser molto pericoloso. Capita infatti sempre più spesso che degli ignari cittadini di sesso maschile vengano aggrediti da perfette sconosciute che si dilettano a percuoterli sferrando dei potenti calci contro i loro testicoli.

Soltanto nell’ultimo mese le autorità locali hanno registrato ben tre casi simili, e si sono viste per questo costrette a lanciare l’allarme, invitando gli uomini ad indossare una conchiglia protettiva.

L’ultimo malcapitato, finito a terra sotto l’attacco di una donna si chiama “Ed”. Il suo nome è per motivi di privacy di pura fantasia ma la sua storia è drammaticamente reale.
L’uomo, appena 22enne, passeggiava per strada quando, senza alcun motivo, è stato aggredito da una misteriosa donna mai vista prima di allora.

“Erano più o meno le due del pomeriggio e andavo da solo verso un fast food - ha raccontato il giovane che a seguito delle percosse ha perso un testicolo - una ragazza stava arrivando in senso opposto e non ci facevo molto caso, finché improvvisamente mi ha aggredito, dandomi una stivalata sui cosi”.

Stando alla testimonianza del ragazzo, che non sa darsi pace per la “dolorosa perdita”, la donna “non ha detto una sola parola”: si è limitata ad assestare un potente calcio e poi è scappata. “Ho pensato fosse molto irritata con il fidanzato e di esser stato il primo maschio capitato a tiro”.

* Fonte TiscaliNotizie


Canada: donne danno a calci nei testicoli e uomini girano con conchiglia
 

Accusata di aver rubato un cellulare, prende a calci il figlio neonato in strada

Immagini terribili e scioccanti. Una madre dopo essere stata accusata di aver rubato un cellulare ha gettato suo figlio, un neonato, per terra in strada e lo ha preso a calci.

E’ accaduto il Cina a Zhengzhou, nella provincia di Henan. Due donne, con i rispettivi bambini, sono state fermate in pieno centro della città e accusate da una studentessa di averle rubato il telefonino. Scoppia una baruffa e una delle due presunte ladre lancia il neonato in terra e comincia a calpestarlo e prenderlo a calci in segno di protesta.

L’arrivo dei poliziotti seda la quasi rissa, mentre il bambino è lasciato in terra a piangere per circa mezz’ora. Le due presunte rapinatrici vengono arrestate dopo le testimonianze che le incolpavano della rapina.

Il piccolo è miracolosamente rimasto illeso.

* Fonte BlitzQuotidiano


Accusata di aver rubato un cellulare, prende a calci il figlio neonato in strada

Accusata di aver rubato un cellulare, prende a calci il figlio neonato in strada

Accusata di aver rubato un cellulare, prende a calci il figlio neonato in strada

Accusata di aver rubato un cellulare, prende a calci il figlio neonato in strada

Scoperto un nuovo trucco su Facebook Clicca qui
 

Incredibile, una 15enne pestata a sangue davanti ai vigilantes che non muovono un dito

pestaggioUna ragazza assalita a schiaffi e pugni da una sua coetanea, nell'indifferenza dei passanti e soprattutto di alcuni vigilantes, che fanno finta di nulla. E' accaduto a Seattle, alla stazione sotterranea degli autobus di Westlake, dove una quindicenne è stata pestata a sangue sotto gli occhi di decine di persone, ma soprattutto degli agenti di sicurezza, che anzi si spostano quando la ragazzina fugge, anziché fermare la coetanea che la aggredisce. Nel video si vedono i vigilantes che si avvicinano alla vittima dell'aggressione solo dopo la fuga della sua assalitrice, quando la ragazzina era priva di sensi: per questo motivo, dopo la diffusione del video delle telecamere di sicurezza da parte degli inquirenti, a finire nel mirino della stampa è stata proprio l'azienda dei trasporti pubblici della città statunitense. "I vigilantes hanno solo il compito di osservare e riferire", ha detto Kevin Desmond, capo dell'azienda.

* Fonte Leggo