scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Andava a lezione con gli studenti, l'Università avvelena Casper, il cane-mascotte

PECHINO - Era diventato la mascotte dell'Università Northwest A&F della contea di Yanglin, in Cina. Almeno finché il rettorato non ha deciso di farlo fuori.

Casper, un simpatico randagio bianco, aveva l'abitudine di assistere alle lezioni insieme agli studenti. Entrava, si sedeva trai banchi e ascoltava in silenzio. Il cane, diventato ormai una star locale dopo varie apparizioni sui social e sui giornali, aveva una spiccata preferenza per le lezioni di inglese e matematica, dove le sedie erano abbastanza comode da potersi sdraiare. 

Purtroppo, la sua carriera universitaria è stata di breve durata: il corpo del cagnolino è stato ritrovato senza vita qualche giorno fa in un cestino sul campus. Casper è stato avvelenato dai funzionari di facoltà perché metteva a repentaglio il buon nome dell'Università, e buttato nella spazzatura senza tante cerimonie. 

Il ritrovamento ha provocato una rivolta tra gli studenti: sotto choc per la soppressione del cucciolo ora accusano l'Università di averlo ucciso a sangue freddo. «Siamo tristi e arrabbiati - spiega Xiao Wang, studente di 23 anni - non era necessario uccidere Casper, stava seduto insieme a noi a lezione senza dare fastidio a nessuno, non era una minaccia. Il rettorato aveva solo paura di fare una figura poco professionale». La pensa come lui anche la maggior parte dei suoi compagni. «Nessuno si è mai lamentato della sua presenza, nemmeno i professori - dice Xiong Hou, 21enne - anzi Casper aveva anche una buona influenza sulle persone». 

Dal canto suo, il rettorato si difende, facendo presente che i randagi creano disordine sul campus e non possono essere tollerati perché costituiscono una minaccia per studenti e professori. «Se dovessero mordere qualcuno la responsabilità sarebbe dell'Università stessa», sottolineano i funzionari. Ma alla fine è successo il contrario: l'Università ora viene ritenuta responsabile dalla soppressione di Casper.

leggo.it


 

Spende oltre 70mila euro in iPhone per chiederle la mano, ma lei dice 'no'

CINA - Vuoi sposarmi? Di certo si sarebbe aspettato una risposta diversa il ragazzo cinese che ha comprato ben 99 iPhone per convincere la sua fidanzata a dirgli di "sì". E invece, dopo aver speso oltre 70mila euro in cellulari di ultima generazione, il giovane ha dovuto anche affrontare la delusione del "no". E pensare che aveva anche disposto a terra le scatole con gli smartphone in modo che formassero un cuore.

Il giovane "romanticone" originario di Guangzhou, città della provincia di Guangdong, ha speso l'equivalente di 17 anni di stipendio di un lavoratore medio. Le fotografie della sua sfortunata proposta sono diventate immediatamente virali su Weibo, una sorta di versione cinese di Twitter. Dopo il rifiuto della ragazza, il giovane ha passato alcuni minuti immobile, letteralmente senza parole.

tgcom24.mediaset.it


 

Si presenta al matrimonio truccata da anziana. Lui si arrabbia e la lascia

CINA - Finché bellezza e giovinezza non ci separino. Il giovane cinese protagonista della vicenda non poteva credere ai suoi occhi quando ha visto arrivare la futura moglie con un trucco e un colore di capelli che la facevano apparire più anziana di quanto in realtà fosse.

I due si erano dati appuntamento lunedì scorso nel centro di Shenzhen, in Cina, per il servizio fotografico prematrimoniale. Ma quando lei è arrivata vestita da sposa, con qualche filo di capelli bianco e un trucco che la faceva sembrava un'anziana, il ragazzo ha reagito male, ha alzato i tacchi e l'ha abbandonata. La futura sposa in realtà si era presentata volutamente all'appuntamento acconciata in quel modo: voleva testare se il fidanzato le sarebbe rimasto accanto anche quando bellezza e giovinezza sarebbero spariti. 

La donna ha chiesto al fidanzato se l'avrebbe amata anche a 70 anni e, se così fosse stato, non avrebbe dovuto avere alcun problema a farsi immortalare con lei nei panni di una donna molto matura. Ma la reazione non è stata quella sperata. Il ragazzo ha chiesto alla donna di rimuovere il trucco e quando lei si è rifiutata è andato su tutte le furie. I due hanno iniziato a litigare animatamente, lui ha scaraventato gli occhiali a terra, ha girato i tacchi e l'ha abbandonata in mezzo alla strada. 

La ragazza, disperata, ha iniziato a piangere raccontando di averlo fatto per mettere fine alla fama di donnaiolo del fidanzato: se l'amava veramente l'avrebbe accettata anche nei panni di un'anziana signora. Ma il ragazzo non ha superato la prova anche se la sposa, nonostante il trattamento non proprio da galantuomo, ha confessato di stare insieme al giovane perché la tratta molto bene. 

Non è noto come si sia evoluta la storia e se i due abbiano convolato a nozze serenamente. Alcuni hanno anche ipotizzato si trattasse di una trovata pubblicitaria e che i due fossero degli attori. In ogni caso vale la pena ricordare le parole di Audrey Hepburn: «La bellezza di una donna cresce solo con il passare degli anni». Pare che l'aspirante sposo non sia dello stesso avviso.

leggo.it