scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Roma shock, fa sesso con la figlia di 8 anni e filma le violenze: 12 anni di galera al pedofilo

ROMA - Si fidava di lui, come ogni bambina di otto anni si fida del proprio papà. Non le piacevano quei giochi ai quali la costringeva, ma così piccola non riusciva a opporsi, e neanche a chiedere aiuto. Neppure alla mamma, che mai avrebbe dovuto sapere del gioco del "dottore". 

Anzi, lei, la mamma per prima doveva rimanere all’oscuro di tutto. «Perché un segreto è un segreto. Si deve restare muti», si raccomandava il papà. Un padre pedofilo, informatico di professione, fedina penale immacolata, che ora dovrà scontare dodici anni di carcere. L’uomo, 43 anni, romano, dall’aria irreprensibile, l'altra mattina, ha incassato la condanna e perso la patria potestà. 

Per un pezzo non potrà uscire dal braccio protetto di Regina Coeli dove è recluso e dove i giudici sperano capisca e si penta. Nonostante i benefici del rito abbreviato che prevede lo sconto di un terzo della pena, il pm di aula Francesco Scavo ne aveva chiesti otto di carcere per quel papà senza scrupoli; il gip Valerio Savio, gliene ha dati quattro in più. 

leggo.it

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.

 

 

Tortura e uccide il suo cane: condannato a 55 anni di carcere

USA - Lo hanno trovato agonizzante. Riverso su un marciapiede a Quincy negli Stati Uniti. Il veterinario che l'ha soccorso non credeva ai suoi occhi: ferite profonde, lividi, tagli, ustioni e numerose ossa rotte. Su quel povero corpo martoriato i segni spaventosi della furia di un folle, sadico, assassino. Danni irreversibili e una sofferenza fortissima hanno costretto il medico ad addormentarlo per sempre.

Altrove la cosa sarebbe forse finita lì. Ma la storia di Quincy ha avuto un altro esito: il torturatore è stato condannato a 55 anni di carcere: cinque anni per ciascuno dei 11 capi accusa. L'uomo arrestato dalla polizia si chiama Radoslaw Czerkawski, immigrato polacco senza documenti che lavorava prendendosi cura di una anziana della sua stessa nazionalità. All'imputato, che si è dichiarato non colpevole, è stata imposta una cauzione di un milione di dollari e gli è stato ritirato il passaporto. Una pena severissima anche perché la storia del cucciolo Doe (questo era il nome) ha avuto enorme eco sulla stampa degli Stati Uniti e addirittura più di 70.000 persone hanno prima chiesto l'arresto del torturatore e poi hanno seguito da vicino il processo.

A completare la particolarità del caso c'è stata l'indagine della polizia, che è avvenuta con tutti i crismi, proprio come se si dovesse dare la caccia a un serial killer. Infatti gli agenti hanno trovato tracce di peli e di sangue nella casa del sospettato e accertato che questi coincidevano con quelli del cane, secondo il test del Dna. Quindi il processo e la super condanna.

 

Le 5 condanne più assurde

Quando si commette un reato si può essere condannati a una reclusione o una multa, o entrambi nella peggiore delle ipotesi. Quando si tratta di reati lievi commessi da adolescenti, però, i giudici possono essere un po’ creativi; ecco quindi cinque delle condanne più assurde di sempre!