scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Sms: ''Vado a suicidarmi''. Ma era la scusa per una scappatella. Trovato in hotel con una donna

CASERTA - Falso messaggio con intenzioni di suicidio ai familiari. Commerciante denunciato per procurato allarme. Quel messaggio inviato al fratello ha fatto pensare tutti al peggio. E come biasimare i parenti e i soccorritori impegnati nella sua ricerca, considerando che terminava con un laconico: «voglio farla finita». Subito dopo il drammatico messaggio, il fratello avvisa la sua moglie. Quest’ultima, in preda al panico, chiama la polizia. Tutti si mettono sulle sue tracce; purtroppo, con poche speranze di trovarlo in vita. Sono ore di forte tensione. Il commerciante quarantenne originario di Napoli, come tutti i suoi colleghi, patisce la difficile congiuntura economica.

Nella sua ricerca, oltre agli agenti del commissariato di Castel Volturno, guidati dal vice-questore Carmela D’Amore, ci sono anche quelli di Giugliano. A questo punto viene presa la decisione di verificare il segnale dell’allarme gps di cui è dotato la sua vettura. Il satellitare è individuato nel territorio di Ischitella, quartiere a sud di Castel Volturno. L’angoscia sale. Si tratta di una zona piuttosto isolata, con lunghe distese di pineta e spiaggia. Ma il segnale porta i soccorritori in un luogo inatteso: in un Motel, l'Hotel Cupido. Il quarantenne si trova in questa struttura, ed è in perfetta forma di salute. E a quanto pare, non ha alcuna intenzione di farla finita con la vita, anche perché si trova in compagnia di una donna. Scontata la tensione, l’uomo è denunciato per procurato allarme.

Please install the Flash Plugin

 

Parcheggiatore abusivo guadagna di meno: la moglie scopre che paga il pizzo e fa arrestare il boss

NAPOLI - Un uomo che, per conto dei clan del rione Traiano di Napoli, chiedeva il pizzo ai parcheggiatori abusivi nelle zone adiacenti allo stadio San Paolo è stato arrestato ieri dalla polizia municipale in occasione della partita Napoli-Roma.   
V.E., queste le iniziali dell'arrestato, per consentire l'attività illecita nella zona di via Terracina pretendeva 5 euro al giorno e 10 euro nelle giornate festive oppure quando giocava il Napoli. 
Le «vittime», ovviamente, non hanno mai denunciato le estorsioni sia per la natura illecita delle loro attività, sia per lo spessore malavitoso degli aguzzini. 
A rendere noto il fenomeno, però, è stata la moglie di un parcheggiatore abusivo insospettitasi per i minori «guadagni» che il marito portava a casa negli ultimi mesi.

Please install the Flash Plugin



 

Lui fa sesso col cane, la fidanzata scopre video sul cellulare e lo denuncia

LONDRA – Stava controllando lo smartphone del fidanzato, forse alla ricerca di un presunto tradimento. Ma quello che una ragazza inglese ha scoperto sul telefono è stato ben più scioccante. Il proprio fidanzato, in un video, che faceva sesso con il suo cane, uno Staffordshire bull terrier.

La giovane ha mostrato le immagini alla polizia e Wayne Bryson, 19 anni, è ora accusato di abusi su animale. Il prossimo 5 marzo ci sarà il processo e rischia fino a 2 anni di carcere.

blitzquotidiano.it

Please install the Flash Plugin