scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

La foto segnaletica del ladro fa impazzire la rete: le donne si mobilitano per lui a colpi di ''like''

STATI UNITI - Oltre 36mila «like» in tre giorni. Jeremy Meeks, 30 anni, è stato arrestato dalla polizia di Stockton, in California, insieme ad altri tre complici in un blitz contro una gang. Una storia di criminalità locale senza particolare interesse se non fosse che la foto segnaletica di Jeremy è diventata, in pochi giorni, virale sul web. Decine di migliaia di condivisioni e di «like». Il motivo è semplice ed evidente: Jeremy è estremamente bello.

LIKE E COMMENTI

Tutto è iniziato - racconta il britannico Daily Mail - quando la polizia ha postato sulla propria pagina Facebook le foto degli arrestati e le armi sequestrate in un blitz contro le gang di Stockton. Jeremy, insieme ai suoi complici, è stato portato in una stanza della stazione di polizia e, come prevede la prassi, fotografato. L’indiscutibile bellezza di Jeremy, occhi di ghiaccio e sguardo sexy, però non è passata inosservata. In sole 24 ore l’immagine del criminale è stata cliccata e ritwittata da decine di migliaia di persone raccogliendo oltre 36mila «like» su Facebook e oltre 11mila commenti da tutto il mondo. «Questa foto è diventata virale anche in Nuova Zelanda - scrive una delle utenti su Facebook - Toglietegli le armi e dategli un contratto come modello, per piacere».

FREE JEREMY

Per rendere omaggi a Jeremy sono nati gruppi numerosi gruppi Facebook. Poi la madre dell’uomo ha aperto un gruppo per raccogliere soldi per pagare la cauzione al figlio. «Jeremy ha un lavoro, una moglie e due figli - scrive sulla pagina web dove ha postato anche alcune foto del figlio - è mio figlio ed è dolcissimo. Aiutatemi a pagare la cauzione».


 

Spia la nipote con un falso profilo su Facebook e scopre che vuole ucciderla

STATI UNITI - Una storia raccrapicciante, con il tema dei social media, arriva dall'Alabama e vede protagonista la 19enne Marissa WIlliams. L'adolescente abita con la zia ma i rapporti tra loro non sono idilliaci. La donne le rimprovera di passare troppo tempo su Facebook dove perderebbe tempo a cercare di "agganciare" sconosciuti per fare sesso.

Secondo la zia la sua nipote ha più volte invitato sconosciuti a casa, mettendo in pericolo la propria incolumità. Ma ciò che è avvenuto dopo ha dell'incredibile. Marissa ha bloccato l'account della zia su Facebook per non farle più vedere i suoi aggiornamenti. A questo punto la signora ha creato un falso profilo di un uomo e ha finto di comunicare con la sua nipote. 

La ragazza ha iniziato a corteggiare il presunto uomo misterioso, lo ha invitato a casa ad ubriacarsi e gli ha proposto del sesso in cambio di una ricarica telefonica. Poi, presa dalla rabbia, l'ha invitato a rapirla e portarla fuori dall'Alabama. Ma non solo, senza pietà ha chiesto di sparare e uccidere la zia, lo zio, il cugino e il cane, se questi avessero tentato di fermare la loro fuga. 

Impaurita la donna ha subito allertato lo sceriffo di Foster che ha arrestato preventivamente Marissa WIlliams. Il reato è l'organizzazione di un omicidio, la cauzione è di 30mila dollari.

leggo.it

Marissa WIlliams

Facebook e i retroscena di un tentato omicidio:

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.


 

Buchi giganti nelle guance e lingua biforcuta: ​Joel, appassionato di body art estrema

GERMANIA - Lui si chiama Joel Miggler, è un ragazzo tedesco di 23 anni e su Facebook è diventato una vera e propria celebrità per aver pubblicato le foto che ritraggono il suo corpo.
Joel, appassionato di body art estrema dalla tenera età di 13 anni, ha dei buchi giganti sulle guance (di quasi 4 centimetri di diametro), dai quali si vede una panoramica laterale dei suoi denti e una lingua biforcuta che non ha nulla da invidare a qualsiasi rettile sulla faccia della terra.

Ma Joel ha anche altre estensioni, sui lobi delle orecchie, vicino il mento, sul naso: un vero e proprio amante dell'eccesso, insomma. «Questi buchi non hanno un nome in particolare - commenta Joel - credo che si possano chiamare semplicemente ''stretched''. Li ho allargati per 3 volte, fino a stiracchiarli fino a 4 centimetri. Quando mangio la minestra è un problema, ma risolvo tutto tappando i buchi", conclude.