scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Perde i capelli per la chemio, al party in maschera ci va così: il suo è il costume più bello

Affrontare i momenti difficili della vita con il sorriso non è facile. Questa donna però sembra riuscirci al meglio.

Malata di cancro e alle prese con la chemioterapia non si è vergognata di aver perso i capelli, anzi. Ha usato il suo look per la sua "maschera" per un party al quale ha partecipato nelle vesti di Mr Clean, il nostro "Mastro Lindo". Il risultato del suo costume è ottimo, così come la sua forza di volontà nel convivere con un male durissimo da sconfiggere.

La donna ha vinto la gara del costume più bella, ora si appresta a vincere la sfida più importante della sua vita.

ilmessaggero.it

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.

 

''Lo stripper nano mi ha messo incinta alla mia festa di addio al nubilato''

SPAGNA - L'incubo di ogni novello sposo è quello che potrebbe aver combinato, durante la notte dell'addio al nubilato, la propria moglie. Se è bene che quanto accade durante certe feste rimanga un segreto, a volte è impossibile nascondere la realtà.  

Una giovane coppia di Valencia, sposata all'inizio di quest'anno, sembrava vivere un idillio d'amore. Lei, poco dopo il matrimonio, era anche rimasta incinta e i due sposi si preparavano ad accogliere il loro primo figlio.

Quando il bimbo è nato, pochi giorni fa, la tremenda scoperta: il piccolo era affetto da nanismo. Ed è qui che la donna ha dovuto confessare al marito di aver fatto sesso con uno stripper nano durante l'addio al nubilato. A raccontare la clamorosa storia è Periodista Digital.

leggo.it

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.

 

''Stuprata da un branco di cinque uomini'', ma era consenziente. Tradita da un 'selfie'

SPAGNA - Incubo finito per tre giovani accusati di stupro da una loro coetanea che invece si era concessa al sesso di gruppo in maniera del tutto consenziente. Il caso ha scosso per una settimana la Spagna, ma si è concluso con la condanna di una ventenne a dieci mesi di carcere e al pagamento di una multa per procurato allarme e simulazione di reato.

Secondo la denuncia della ragazza, avvenuta lo scorso 17 settembre, alcuni giovani avrebbero abusato di lei dopo averla incontrata alla festa popolare della Feria de Malaga. La polizia ha subito fatto partire le indagini ed è risalita a tre dei ragazzi con cui la giovane aveva fatto sesso e che ha immediatamente accusato della violenza.

La versione della 20enne non corrispondeva però con le testimonianze dei presenti alla Feria: la ragazza, dopo aver salutato un'amica, era stata vista decisamente alticcia ballare e scherzare con un gruppo di ragazzi. E a demolire ogni accusa ci hanno pensato gli informatici della polizia, che sul cellulare di uno degli accusati hanno trovato un selfie della giovane, rilassata e sorridente, circondata da quei ragazzi.

Quella foto risaliva alla stessa ora in cui, secondo la denuncia della ragazza, sarebbe avvenuto lo stupro. Dopo pochi giorni, come riporta DiarioSur.es, la ragazza è crollata ed ha ammesso di aver inventato la storia dello stupro perché pentita dopo quella notte e terrorizzata dall'idea che potesse essere diffuso il video che uno dei ragazzi aveva registrato durante il sesso di gruppo.

«I primi giorni sono stati terribili: avevamo paura ad uscire di casa, tutti ci guardavano malissimo e sembrava che volessero aggredirci da un momento all'altro. Ora per fortuna l'incubo è finito», ha raccontato uno dei ragazzi accusati del finto stupro.
Immagini della Fiera di Malaga:
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.