scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Esce di casa, rientra per un bacio alla figlia e salva la vita alla moglie

REGNO UNITO - Rachel Brace deve ringraziare suo marito Phil e l'amore per la loro bambina se è ancora viva.  

Come riportato da Metro, Phil, come tutte le mattine, era uscito di casa per andare al lavoro. Dimenticando, però, un piccolo gesto quotidiano: quello di dare un bacio a sua figlia. Per questo motivo, Phil ha deciso di tornare velocemente a casa.

Una volta rientrato, Phil ha cercato la moglie, poi ha chiamato il suo nome, ma senza ricevere risposta. Per questo l'uomo, insospettito, è entrato in un'altra stanza trovando la donna a terra, priva di sensi. 

Rachel, infatti, aveva avuto un colpo apoplettico ed è stata subito trasportata d'urgenza all'ospedale, dove è stata sottoposta a trombolisi per frenare i coaguli di sangue nel cervello. Ora Rachel è salva e le conseguenze del suo malore sono minime proprio grazie alla tempestività dell'intervento dei medici. «Quello che ci è accaduto è una cosa bruttissima e siamo stati fortunati, ma pochi sanno quali siano i sintomi di un colpo apoplettico e la gente deve sapere a cosa va incontro, per questo abbiamo aderito», spiega la coppia in merito all'adesione ad un'associazione che si occupa di sensibilizzare la popolazione su questo tipo di malori.

leggo.it

 


 

Roma shock, fa sesso con la figlia di 8 anni e filma le violenze: 12 anni di galera al pedofilo

ROMA - Si fidava di lui, come ogni bambina di otto anni si fida del proprio papà. Non le piacevano quei giochi ai quali la costringeva, ma così piccola non riusciva a opporsi, e neanche a chiedere aiuto. Neppure alla mamma, che mai avrebbe dovuto sapere del gioco del "dottore". 

Anzi, lei, la mamma per prima doveva rimanere all’oscuro di tutto. «Perché un segreto è un segreto. Si deve restare muti», si raccomandava il papà. Un padre pedofilo, informatico di professione, fedina penale immacolata, che ora dovrà scontare dodici anni di carcere. L’uomo, 43 anni, romano, dall’aria irreprensibile, l'altra mattina, ha incassato la condanna e perso la patria potestà. 

Per un pezzo non potrà uscire dal braccio protetto di Regina Coeli dove è recluso e dove i giudici sperano capisca e si penta. Nonostante i benefici del rito abbreviato che prevede lo sconto di un terzo della pena, il pm di aula Francesco Scavo ne aveva chiesti otto di carcere per quel papà senza scrupoli; il gip Valerio Savio, gliene ha dati quattro in più. 

leggo.it

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.

 

 

Bimba di 2 anni lascia affogare il cane, papà la afferra e la getta in piscina

STATI UNITI - Voleva punire la figlia di neanche due anni perché aveva per errore lasciato cadere in piscina il cane di famiglia.  Allora l'ha afferrata e lanciandola in volo l'ha buttata in acqua.
La bimba, terrorizzata è stata recuperata prontamente. Il papà il cui folle gesto è stato ripreso dalle telecamere dei sicurezza di casa, è stato arrestato. Corey McCarthy, di Phoenix, Arizona, interrogato dalla polizia, ha detto di aver compiuto il gesto per dare alla figlia una lezione. L'uomo è finito in prigione per abusi su un minore. La mamma della piccola intervistata da una tv locale si è detta sconvolta per l'accaduto: «Sono arrabbiatissima per quanto è successo. Le persone commettono errori, ma Corey questa volta l'ha combinata proprio grossa. Spero che la piccola non sia rimasta troppo scioccata da quanto accaduto».
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.