scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Si opera all'anca e ne mangia un pezzo: ''Bollita e servita con patate e vino rosso''

OSLO (NORVEGIA) - È nato con una deformazione all'anca che lo ha costretto alle stampelle e alla sedia a rotelle per 25 anni. L'artista Alexander Selvik Wengshoel ha finalmente ottenuto una protesi ma così da poter tornare a camminare. Tuttavia al giovane non è bastato.

Ha chiesto ai medici di poter tenere la parte di gamba amputata per esporla ad una mostra d'arte, ma anche in questo caso l'idea ha avuto altri risvolti. Mentre la stava pulendo per l'esposizione ha pensato di bollirla e cucinarla. "Quando mi ricapiterà di poter mangiare la mia carne umana? Allora ho preso la gamba e l'ho fatta bollire". 

Una scena macabra che tuttavia è stata vissuta con semplicità. Alexander ha infatti servito la cena a se stesso accompagnandola con patate al gratin e un bel bicchiere di vino rosso. "È davvero buona", ha commentato.

leggo.it


 

Gli attaccano una mano mozzata alla caviglia per mantenerla in vita

CINA - Un intervento chirurgico da fantascienza è stato eseguito in Cina. I medici hanno attaccato la mano di un uomo alla sua caviglia, per tenerla in vita per un mese, prima di un nuovo intervento al braccio in cui la mano e' stata rimessa al suo posto. La mano destra di Xiao Wei e' stata recisa a causa di un incidente sul lavoro con un macchinario lo scorso 10 novembre. La mano si e' staccata dal braccio ed e' stata recuperata. 

L'uomo e' stato subito ricoverato in ospedale a Changde, dove i medici gli avevano detto che non sarebbero stati in grado di salvare la sua mano. Ma Xiao Wei non si e' arreso.
Sotto consiglio dei medici e di amici, ha deciso di andare in un ospedale piu' grande a Changsha, a due ore di distanza. Ed e' li' che i medici gli hanno dato una speranza, dicendogli che avrebbero potuto provare a riattaccarla. Ma non subito. 

Per questo la mano e' stata attaccata alla caviglia fino all'intervento finale. Un mese dopo la mano e' stata riattaccata al braccio con successo.


 

Ricky, rischia l'amputazione della gamba per il morso di un ragno

LONDRA - Rischiare un arto per il morso di un ragno non è così assurdo se si vive in posti esotici, caldi o dove prolifiano razze di aracnidi particolarmente velenose. Diventa insolito se si tratta del Regno Unito.  

Ricky Whitmore ha rischiato di perdere la gamba a causa del morso di una "falsa vedova", un ragno che si è diffuso nelle zone della Gran Bretagna la scorsa estate per le elevate temperature raggiunte. L'animale è molto velenoso e simile, nell'aspetto, alla nota Vedova Nera.

L'uomo stava facendo dei lavori presso una acuola quando è stato morso dal ragno, inizialmente non ha fatto caso alla puntura ma dopo poche ore il dolore alla gamba è diventato fortissimo e il volume dell'arto è raddoppiato.

In ospedale i medici hanno dovuto aprirgli la gamba e pulire completamente l'infezione che il veleno dell'animale aveva provocato.  «Sono fortunato ad avere ancora la gamba», ha detto Ricky al Daily Mail, «Credevo che l'avrei persa».

Il caso di Ricky non è certo l'unico, sono molte altre le persone che sono state operate a causa del morso del ragno.

Intanto, con l'avvento della stagione autunnale, gli esperti lanciano l'allarme: con l'abbassarsi delle temperature i ragni potrebbero voler cercare riparo nelle case e le punture potrebbero aumentare. Allo stesso tempo tranquillizzano e sottolinenano che l'animale non attacca se non si sente minacciato.

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.

Guarda anche: