scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

15enne scopre nuovo metodo per diagnosticare tumori

STATI UNITI - Jack Thomas Andraka non è un ragazzino di sedici anni qualunque. All’età di soli quindici anni, infatti, Jack si è distinto per i suoi ineguagliabili prodigi. Dopo la morte di un caro amico di famiglia, che il ragazzo considerava quasi come uno zio, Andraka ha deciso di indagare circa le cause del tumore al pancreas. E’ per le sue ricerche fondate che nel 2012, Jack riceve il  Gordon E. Moore Award , il Gran premio della Intel International Science and Engineering Fair.

Ho cominciato a fare ricerche nel web su questo tipo di cancro, sulle proteine tumorali e sui recettori. E ho trovato un database di 8 mila proteine, potenziali indicatori di un tumore al pancreas. La quattromillesima proteina mi è sembrata interessante: nel sangue dei malati ce n’è tantissima. Ho pensato fosse il mio target. Così ho ideato un test, basato su sensori e nanotubi di carbonio, per poterla individuare in fase precoce“. E mentre i suoi compagni di scuola si interessavano alla biologia, Andraka studiava i nanotubi di carbonio cercando un modo per individuare il tumore al pancreas ed abbatterlo.

Per mettere a punto le sue idee, però, Jack necessitava di un aiuto, ed è così che si è rivolto a circa 200 professori della Johns Hopkins University e del National Institutes of Health. 199 hanno ignorato la sua richiesta d’aiuto, ma Abirban Maitra chiama il ragazzo nel suo laboratorio ed insieme progettano un nuovo metodo per scoprire il tumore. Oggi, grazie ad un semplice test sul sangue 0 sull’urina, è possibile individuare l’elevata concentrazione di mesotelina, responsabile del tumore al pancreas.

wdonna.it

Guarda la premiazione:

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.

Guarda anche:


 

Studente 16enne risolve l'enigma matematico di Newton, che resisteva da 350 anni

«Ci sono persone ingenue che si conoscono e fanno un abile uso della loro ingenuità» recita un noto aforisma di François de La Rochefoucauld. A questa schiera di individui appartiene certamente il giovane Shouryya Ray che grazie alla sua «ingenuità da scolaretto» è riuscito a risolvere un quesito matematico posto per la prima volta dal grande Isaac Newton e che per circa 350 anni ha scervellato gli studiosi.

PROBLEMI - Il sedicenne, di origine indiana, ma che vive da quattro anni a Dresda, è riuscito a calcolare esattamente la traiettoria di un proiettile sottoposto a forza di gravità e alla resistenza dell'aria. Poi come se non bastasse, ha risolto anche un secondo problema riuscendo a stimare precisamente il tipo d’impatto e di rimbalzo che segue quando un determinato corpo sbatte contro un muro. I due problemi di fisica meccanica e le loro soluzioni potrebbero apportare grandi benefici alla scienza balistica e per questo il giovane Ray è stato celebrato sui quotidiani internazionali come un giovane genio. Da parte sua il sedicenne ha confessato che è stata la sua ingenuità a portarlo verso la soluzione dei problemi: «Quando i miei professori mi hanno detto che questi quesiti non avevano soluzioni, ho pensato tra me e me: Bene, non c'è nulla di male nel provare. Alla fine questa ingenuità da scolaretto mi ha aiutato».

A SCUOLA - La passione per «l'intrinseca bellezza» della matematica gli è stata trasmessa da suo padre Subhashis che è un ingegnere e che sin da quando era piccolo ha stimolato la mente di Shouryya con calcoli aritmetici. A sei anni il giovane genio era già in grado di risolvere complicate equazioni. Nonostante sia arrivato in Germania senza conoscere una parola di tedesco, in pochi mesi il ragazzo è riuscito a imparare la lingua e adesso parla perfettamente con i suoi amici teutonici. La sua incredibile intelligenza è stata subito notata a scuola e per questo gli insegnanti hanno deciso di inserirlo in una classe dove la maggior parte degli alunni ha almeno due anni più di lui. Ormai neppure il padre riesce a stargli dietro: «Per risolvere i due problemi non ha mai discusso con me - dichiara il genitore - I calcoli matematici che ha usato sono oltre la mia portata». A chi lo esalta per le sue doti scolastiche, Shouryya risponde: «In realtà ci sono cose in cui potrei migliorare a scuola - dichiara il sedicenne - Una di queste è il gioco del calcio».

* Fonte corriere.it

Studente 16enne risolve l'enigma matematico di Newton, che resisteva da 350 anni

Studente 16enne risolve l'enigma matematico di Newton, che resisteva da 350 anni

Studente 16enne risolve l'enigma matematico di Newton, che resisteva da 350 anni

Studente 16enne risolve l'enigma matematico di Newton, che resisteva da 350 anni

Vedi anche:

Baby genio, ha 12 anni e va all'università
 

Ecco la bimba piu intelligente al mondo: ha 4 anni ed il Q.I. di Einstein

LONDRA - Heidi Hankins è una bimba di quattro anni, ma rispetto alle sue coetanee ha una caratteristica fuori dall'ordinario: il suo quoziente intellettivo è di 159, un punto in meno di mostri sacri come Albert Einstein e Stephen Hawing. La sua intelligenza fuori dall'ordinario è stata notata dalle maestre dell'asilo e i genitori si sono decisi ad iscriverla al Mensa, l'associazione per menti decisamente fuori dal comune.

* Fonte Leggo

Ecco la bimba piu intelligente al mondo: ha 4 anni ed il Q.I. di Einstein

Ecco la bimba piu intelligente al mondo: ha 4 anni ed il Q.I. di Einstein

Ecco la bimba piu intelligente al mondo: ha 4 anni ed il Q.I. di Einstein

Vedi anche:

Ecco la bimba piu intelligente al mondo: ha 4 anni ed il Q.I. di Einstein