scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Mosca, s'inchioda i genitali davanti al Cremlino per protesta

RUSSIA - Il mondo dell'arte contro Vladimir Putin che reprime i diritti civili della Russia. A salire agli onori della cronaca è di nuovo l'artista Pyotr Pavlensky. In passato si era cucito le labbra per protestare a favore della libertà di stampa. Questa volta è andato ancora oltre. Definendo la Russia come uno Stato di polizia, ha deciso di denudarsi sulla piazza Rossa del Cremlino e inchiodarsi i testicoli. Una performance per attirare l'attenzione mondiale. La polizia, di ronda davanti al museo di Lenin, lo ha subito soccorso e portato in ospedale.

tgcom24.mediaset.it


 

Ragazze in strada toccano i genitali ai passanti, ecco perché

PARIGI - Toccare parti basse per beneficenza: è questa la missione di un gruppo di ragazze francesi che al Centre Pompidou a Parigi avvicinano uomini di ogni età per raccogliere fondi a favore della ricerca contro il cancro alla prostata. Tra maschietti più o meno contenti o più o meno disinvolti sono stati raccolti circa 500 euro. L’iniziativa è comunque sponsorizzata da un antibatterico, la sostanza con la quale le ragazze si puliscono le mani prima della missione.

Please install the Flash Plugin

 

Madre strappa genitali al figlio, poi glieli incolla

TEXAS (STATI UNITI) - Strappare lo scroto di un bambino non è una cosa normale. E nemmeno provare a riattaccarlo con la colla. Ma è esattamente quanto ha fatto Jennifer Marie Vargas, una 34enne di San Antonio, in Texas, rischiando di creare danni perenni a suo figlio di 6 anni. Lo scorso 27 settembre, per infliggere una punizione al bambino, Jennifer ha strappato i genitali del piccolo, provando poi a rimediare alla ferita utilizzando una confezione di colla a presa forte. La donna ha quindi riempito le mutande del bambino con dei tovaglioli di carta e, infine, ha ordinato al piccolo di andare a letto.

FERITA DI 4 CENTIMETRI – Quanto accaduto ha lasciato di stucco il papà, un militare dell’esercito, che subito dopo essere tornato a casa ha provveduto a chiamare i soccorsi. Dopo essere stato accompagnato in ospedale, al San Antonio Military Medical Center, il bambino è stato dunque sottoposto ad un intervento chirurgico, grazie al quale il danno è stato riparato. A quanto si apprende il piccolo aveva una lacerazione di 4 centimetri e alcuni lividi alla zona del pene. E i medici sarebbero stati costretti a somministrargli farmaci per la sopportazione del dolore.

SUPERCOLLA PER FERMARE L’EMORRAGIA – Agli agenti dell’Fbi, intanto, mamma Jennifer ha ammesso di aver provato a sanare la ferita con l’alcol di aver poi «applicato la supercolla allo scroto fino a quando l’emorragia non si è fermata». La donna ora rischia molto. E’ stata arrestata con l’accusa di aggressione e lesioni gravi. E in caso di condanna dovrà scontare fino a 10 anni di carcere. Il bambino resta in custodia di suo padre

Please install the Flash Plugin

Guarda anche: