scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Lavori bizzarri o da sogno: ecco i meglio retribuiti

Tutti noi abbiamo, o abbiamo avuto, un lavoro dei sogni. A tal punto da dire: «Sarei disposto a lavorare anche gratis, o a pagare». E invece ci sono tante professioni, a volte impensabili, che sono anche ben remunerate. Questa la lista delle professioni più bizzarre (ma che non ci dispiacerebbero affatto)

 

Squadra di pulizie cancella opera d'arte per sbaglio. Non è la prima volta: ecco tutti i precedenti

Restauri sbagliati, installazioni rovinate o addirittura gettate nella spazzatura: non sempre le opere d'arte sono trattate come meritano. Che la colpa sia del caso, dell'ignoranza o della distrazione di qualche addetto ai lavori, il risultato non cambia. Dall'ultimo caso di Sapri (Salerno), andando indietro nel tempo, ecco una carrellata di opere bistrattate.


 

Azienda paga 2600 euro per bere rum in Giamaica: ecco il lavoro dei sogni

Azienda paga 2600 euro per bere rum in Giamaica

Non sarà il lavoro della vita, ma ha tutti i requisiti per diventare una piacevolissima esperienza professionale l’offerta di lavoro di un’azienda di rum che, pur sapendo tanto di trovata pubblicitaria, ha dalla sua un’indubbia originalità.

La proposta, messa nero su bianco con tanto di precise condizioni d’uso e regolare contratto a progetto, è rivolta ai maggiorenni e consiste nel trascorrere un periodo di 6 mesi in Giamaica per bere rum su una spiaggia del posto, con tanto di copertura totale del soggiorno e uno stipendio più che dignitoso, 1.400 euro netti al mese a cui aggiungerne altri 1.200 per le spese di vitto e alloggio, fino ad un massimo di 400 euro per il raggiungimento di eventuali obiettivi di produzione. 

La mansione principale del lavoratore prescelto è quella di tenere un diario quotidiano sponsorizzato da un superalcolico e diventare soggetto ‘social’ che tra la spiaggia, il sole e le palme, sia in grado di gestire i vari canali web del brand: “Lo scopo della selezione – si legge nell’avviso emesso dall’azienda produttrice di alcolici, la Appleton del gruppo Davide Campari di Milano  - è quello di identificare il soggetto più consono ad ottenere un contratto a progetto per prestazioni intellettuali di 6 mesi”. “In particolare – si legge ancora – il soggetto dovrà documentare l’esperienza che vivrà durante il suo viaggio in Giamaica e le diverse visite nei Chiringuiti locali, sui canali digital a marchio Appleton (quali Facebook, Twitter, sito istituzionale Appleton, blog eccetera…)”.

Chi può partecipare? Tutti i maggiorenni residenti in Italia e con conoscenza della lingua inglese “senza precedenti penali, in possesso di tutti i requisiti per ottenere un visto turistico in Giamaica” senza dunque “aver riportato condanne o aver commesso reati legati all’immigrazione irregolare nello stato della Giamaica o nel proprio territorio di residenza”.

C’è tempo fino al 30 settembre 2014 per candidarsi e inviare un video di candidatura al sito della Appleton. Successivamente i semi-finalisti saranno convocati per un colloquio conoscitivo, e infine il 28 novembre 2014, alle ore 18, la finalissima con una giuria che decreterà il vincitore. La partenza verso le bianche spiagge giamaicane è prevista per il mese di febbraio 2015.

today.it

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.




Potrebbe interessarti: http://www.today.it/donna/lavoro-giamaica.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930