scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Fa sesso con la madre mentre la badante guarda: 55enne in cella

Fa sesso con la madre mentre la badante guarda: 55enne in cella
MILANO - Tutto era cominciato durante la causa di separazione e per dei sospetti che aveva sua moglie: "So che sembra assurdo ma ho ragione di pensare che l'amante di mio marito sia...sua madre". Il giudice su due piedi pensò che la donna stesse farneticando, visto che una delle ragioni per cui i due stavano per concludere la propria relazione proprio a causa del forte legame affettivo che legava la madre al figlio. 

Ma a provare l'incesto ci hanno pensato i giudici: l'uomo, 55 anni milanese, è stato condannato a sei mesi di reclusione. La denuncia è partita dalla moglie ma a testimoniare sulla vicenda è stata la badante della vecchia signora: lei stessa è spesso stata testimone dei fatti. 

L'anziana, invece, non è stata denunciata dalla nuora, quindi per legge soltanto l'ex marito è responsabile dell'incesto e lei, tecnicamente, risulta persona offesa. Ma nel nel processo il giudice sembra avere accertato che i rapporti fra i due fossero consensuali, visto che agli atti non c'è l'imputazione di violenza sessuale. Sempre la badante, con la sua testimonianza, avrebbe confermato la consensualità dell'anziana. Adesso però si rimane in attesa delle motivazioni della sentenza.
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.

Potrebbe interessarti: http://www.today.it/cronaca/sesso-con-la-madre-anziana-incesto-milano.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930
 

''Hai violentato il mio figlioletto di 2 anni'': mamma evira il fidanzato col taglierino

USA - Una storia che fa venire i brividi arriva dall'Indiana (Stati Uniti), da Franklin per la precisione.

Bonita Vela ha brutalmente staccato il pene del suo compagno, un ragazzo di 18 anni: lo ha accusato di aver stuprato il suo bimbo di 2 anni.  I fatti risalgono al 28 dicembre del 2013, quando la donna, aiutata dal altri tre complici, in un'esplosione di rabbia ha costretto il compagno a scegliere tra "la vita o il suo pene staccato".   

Bonita Vela è stata condannata a 10 mesi di carcere e a sei mesi di libertà vigilata: ha dichiarato di aver voluto solo spaventare il ragazzo e che il pene è stato tagliato accidentalmente, durante la colluttazione. 

Il 18enne ha raccontato alla polizia di non aver sfiorato il bambino.

leggo.it

 


 

'Mamma' mostro spegne le sigarette sulla figlia down di 6 anni e la brucia con l'accendino

USA - Solo la malvagità estrema può aver spinto una donna di 31 anni a spegnere le sigarette sul corpicino di una bimba down di sei anni, figlia del suo compagno, e poi a provocarle delle bruciature con l'accendino.
La matrigna della piccola, Irene Reynolds, per quelle terribili azioni, culminate con le ustioni di secondo e terzo grado alla bambina colpita da sindrome di Down, è stata condannata a cinque anni di carcere.

"Un abuso orrendo", ha detto il giudice distrettuale del Montana, negli Stati Uniti, che ha condannato la donna, aggiungendo che non poteva credere che la donna fosse stata in grado di compiere tali azioni alla figlioletta del suo compagno.  Solo il patteggiamento accordato a Irene Reynolds ha evitato la condannata a 10 anni di galera chiesta dall'accusa, il Dipartimento di Stato americano.  La 31enne ha anche ammesso durante il processo di aver tentato di coprire le azioni del suo compagno, il padre della piccola vittima, Blaine K. Startin Jr., di 44 anni. Startin verrà processato il 24 novembre.  La piccola ora piange e urla, e tutte le notti ha incubi.