scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Soffre di disfunzione erettile ed ottiene 36 ore di erezione. ''E' troppo, denuncio i medici''

ROMA - Si è rivolto a uno studio medico privato di Roma per risolvere la disfunzione erettile che da qualche tempo lo affliggeva. Ma la terapia, anziché risolvere il problema, ne ha creato uno nuovo, diametralmente opposto: 36 ore di fila di dolorosa erezione. Un 45enne romano ha così deciso di sporgere denuncia contro un urologo e un andrologo, che dovranno ora rispondere di lesioni colpose.

Il nuovo disturbo, infatti, gli ha procurato non pochi problemi tanto che, al Pronto soccorso, gli hanno diagnosticato lesioni guaribili in trenta giorni.

Come riporta Il Messaggero, i medici coinvolti nell'indagine condotta dal pm Attilio Pisani non avrebbero avvertito il paziente dei possibili effetti collaterali che possono seguire l'assunzione di prostaglandina E1.

Il 45enne avrebbe sofferto per più di un mese di erezioni prolungate e dolorose, al punto di decidere di portare in tribunale i due dottori, che lavorano in uno studio privato romano.

tgcom24.mediaset.it

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.

 

La bimba torna a parlare grazie a un cane: la vita di Valeria, 4 anni, cambiata in tre mesi

STATI UNITI - La storia di Valeria, un bimba di 4 anni, è una di quelle che fa scendere almeno una lacrima e rimane dentro di noi per molto tempo.

La bimba, che vive a Miramar, una città della Florida (Stati Uniti), sta progressivamente tornando a parlare, grazie ad un amico molto speciale: Compass, un Golden Retriever che la sta aiutando in una pet therapy. 

Valeria ha un passato molto travagliato: è venuta al mondo prematuramente, dopo due aborti spontanei di sua madre. Fin da subito ha dimostrato grandi difficoltà nel linguaggio parlato. Dopo aver scartato ipotesi legate alle malattie mentali, quali l'autismo, i medici hanno scoperta che la bimba ha avuto delle infezioni all'orecchio, collegate ai suoi problemi nel parlare. 

Ma ora la situazione è migliorata grazie a questa pet therapy presso il Memorial Hospital di Miramar.

leggo.it



 

Si opera all'anca e ne mangia un pezzo: ''Bollita e servita con patate e vino rosso''

OSLO (NORVEGIA) - È nato con una deformazione all'anca che lo ha costretto alle stampelle e alla sedia a rotelle per 25 anni. L'artista Alexander Selvik Wengshoel ha finalmente ottenuto una protesi ma così da poter tornare a camminare. Tuttavia al giovane non è bastato.

Ha chiesto ai medici di poter tenere la parte di gamba amputata per esporla ad una mostra d'arte, ma anche in questo caso l'idea ha avuto altri risvolti. Mentre la stava pulendo per l'esposizione ha pensato di bollirla e cucinarla. "Quando mi ricapiterà di poter mangiare la mia carne umana? Allora ho preso la gamba e l'ho fatta bollire". 

Una scena macabra che tuttavia è stata vissuta con semplicità. Alexander ha infatti servito la cena a se stesso accompagnandola con patate al gratin e un bel bicchiere di vino rosso. "È davvero buona", ha commentato.

leggo.it