scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Troppo sesso con una delle mogli, le altre 5 lo stuprano a morte

NIGERIA - Una storia che ha dell’incredibile quella che arriva dalla Nigeria. Un uomo d’affari, marito di sei, è morto, secondo fonti investigative citate dal Daily Post, dopo essere stato costretto a una maratona di sesso con le cinque mogli gelosissime della più giovane, cui la vittima era solita dedicare attenzioni speciali sotto le lenzuola. Uroko Onoja stava appunto avendo un rapporto sessuale con la sua favorita, quando le altre hanno fatto irruzione nella camera da letto brandendo coltelli e bastoni, e pretendendo che l’uomo si prestasse a fare sesso con ognuna di loro, tutte di fila. Onoja era riuscito a soddisfare quattro delle donne, sotto la costante minaccia di essere infilzato, prima di esalare il suo ultimo respiro, proprio mentre la quinta si stava infilando sotto le lenzuola. Una volta resesi conto del decesso, le assalitrici si sono date alla fuga facendo perdere le proprie tracce nella foresta vicina. Due mogli sono state catturate ed arrestate: l’accusa formulata dalla polizia è quella di aver “stuprato a morte” l’uomo, descritto dai concittadini di Ogbadibo come un “filantropo” che aveva “contribuito positivamente alla crescita della comunità locale”. Le donne si erano riunite tutte insieme intorno a un tavolo per mettere a punto un piano che consentisse loro di rivendicare i propri diritti coniugali. Sulle cause del decesso, sono in corso accertamenti da parte dei sanitari.

* Fonte net1news

 

 

Ecco le 10 scoperte più curiose sul sesso del 2011

Il 2011 che si è appena chiuso è stato caratterizzato anche da alcune ricerche che hanno “scoperto” cose piuttosto curiose nel campo del sesso. Ecco le 10 ricerche più curiose.
  1. Le donne pensano più al cibo che al sesso. Da una ricerca su 5.000 soggetti è emerso che il 25% delle donne pensa al cibo ogni 30 minuti. Solo il 10% pensa al sesso con la stessa frequenza. Il fatto curioso della ricerca è che però le donne penserebbero al cibo che non devono mangiare, per rispettare diete più o meno rigorose cui si sottoporrebbero regolarmente 4 donne su 10.
  2. il 25% delle persone risponde al telefono mentre fa sesso. Una ricerca inglese ha avuto, tra molti altri, un risultato piuttosto curioso: ben una persona su quattro ha risposto al telefono almeno una volta mentre era nel bel mezzo dell’atto sessuale.
  3. Gli studenti dei college preferiscono i complimenti al sesso. Mettete da parte le idee mitizzate dei college americani come luoghi di divertimento e promiscuità. Una ricerca pubblicata su Journal of Personality evidenzia come gli studenti preferirebbero di gran lunga un incentivo al loro ego (complimenti o bei voti) che il sesso.
  4. La propensione di una donna all’orgasmo è correlata alla forma delle labbra. Un gruppo di psicologi della University of the West of Scotland ha scoperto che la facilità con cui una donna raggiunge l’orgasmo vaginale sarebbe correlato alla forma delle labbra, in particolare la presenza di un “tubercolo” (la zona centrale del labbro superiore)  pronunciato.
  5. Uno studente su quattro sarebbe disposto a rinunciare al sesso in cambio di libri di testo elettronici. È questo il curioso esito di una ricerca commissionata da una società che sviluppa software americana. Va detto che il campione era però di solo 500 studenti, che ha una significatività statistica relativamente ridotta. E ovviamente, che non si sa quanto sesso effettivamente facessero gli studenti disposti a rinunciarci…
  6. Una donna su cinque preferisce Facebook al sesso. Un sondaggio commissionato dalla rivista Cosmopolitan ha evidenziato come il 20% delle donne preferisce navigare e chiacchierare su Facebook che fare sesso.
  7. Le donne tenderebbero ad essere maggiormente bisessuali con il crescere dell’età. Il risultato sarebbe forse da collegare con un allentamento delle inibizioni, dato che le preferenze sessuali delle donne tenderebbero ad essere in una sorta di “area grigia”: in un campione di donne eterosessuali, il 60% sarebbe “interessata fisicamente” alle altre donne, il 45% avrebbe avuto rapporti (prevalentemente a livello di petting) con altre donne e il 50% ha fantasie sessuali su altre donne.
  8. Le donne “nerd” hanno una vita sessuale migliore. Secondo una ricerca di Harris Interactive, le donne che sono appassionate di tecnologia e videogiochi avrebbero una vita sessuale migliore, con rapporti più frequenti. Non solo, avrebbero anche una relazione di coppia più stabile ed appagante: infatti, il 64% delle donne che gioca online è sposata ed il 71% di queste  dà un voto dal 6 in su alla relazione.
  9. Gli uomini che tradiscono la moglie avrebbero più probabilità di subire la “frattura del pene”. Uno studio del University of Maryland Hospital evidenzia come la gran parte delle “fratture del pene” (la improvvisa e dolorosa rottura della membrana albuginea dei corpi cavernosi) avverrebbe a uomini che stanno tradendo la moglie. Non si tratterebbe di un effetto delle maledizioni della consorte, ma una conseguenza di rapporti sessuali consumati in fretta e in luoghi scomodi (bagni dell’ufficio, auto, ecc.).
  10. I computer portatili possono compromettere la fertilità dell’uomo. Uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Fertility and Sterility lancia l’allarme sulle conseguenze di tablet e pc portatili. In realtà la questione è che molti avrebbero la tendenza a tenere questi notebook o tablet sulle ginocchia, con un effetto negativo legato non tanto alle emissioni radio, ma soprattutto al calore emesso dal dispositivo.

* Fonte notizie.delmondo

Ecco le 10 scoperte più curiose sul sesso del 2011

 

Barista troppo sexy: le mogli dei clienti firmano una petizione per cacciarla -Foto-

Da che mondo è mondo il bar è un luogo dove giovani e (soprattutto) meno giovani si incontrano per bere un bicchierino e farsi una partita a carte. Questa è la concezione tradizionale del piccolo bar di paese, e quindi quando si presenta una eccezione alla regola le reazioni non sono sempre unanimi.

È il caso di Cadelbosco di Sopra, paesino in provincia di Reggio Emilia, dove da qualche tempo lavora Lory (vero nome Gabriela Loredana Zavate), che gestisce un bar nell’area di sosta di un distributore di benzina. La 27enne ha messo in atto uno svecchiamento del locale, portando allegria, musica e curve bene in vista. Madre romena e padre brasiliano, Lory accoglie i clienti tra sorrisi, ammiccamenti e vestitini aderenti. Un "metodo" che ha aumentato il giro di clienti del suo locale.

Con la sua allegria e il suo charme Lory ha così messo in crisi l'intero paese. Sotto accusa è finito il suo modo di servire bibite, caffè e panini: ancheggiando e ballando attorno ai tavolini in maniera talmente sensuale che in paese è già iniziata una raccolta di firme per cacciarla. Da parte di chi? Ma naturalmente da parte delle donne del paese, mogli e fidanzate dei clienti.

Lory si difende: "Non faccio nulla di male, quando sento la musica mi viene da ballare". Ma intanto il caso è scoppiato e l'affaire Lory è diventato di dominio pubblico, finendo anche alla ribalta nei tg nazionali.

* Fonte ilgazzettino

Barista troppo sexy: le mogli dei clienti firmano una petizione per cacciarla -Foto-

Barista troppo sexy: le mogli dei clienti firmano una petizione per cacciarla

Barista troppo sexy: le mogli dei clienti firmano una petizione per cacciarla -Foto-

Barista troppo sexy: le mogli dei clienti firmano una petizione per cacciarla

Barista troppo sexy: le mogli dei clienti firmano una petizione per cacciarla