scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Napoli, il regalo di mamma e papà: cartellone 6x3 in strada per la prima comunione

NAPOLI - Per le strade della città di Napoli sono apparsi manifesti giganteschi per "festeggiare" la prima comunione di due bambini.

L'iniziativa, segnalata da Italia Notizia che invia anche la foto, sta suscitando ilarità e indignazione.

Il comunicato di Italia Notizie 

Sta suscitando ilarità e indignazione la decisione di due genitori napoletani di realizzare e affiggere per strada dei 6x3 in occasione della prima comunione dei figli. Nei manifesti fotografati da Rosario Gallone dei ragazzi in costume da bagno e in posa vengono fatti gli auguri del papà e della mamma. 

"Qualcuno - spiegano Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli della radiazza che hanno raccolto le foto e la protesta della rete - ha anche insinuato che i tabelloni usati sono abusivi e illegali. Resta però molto critico il popolo di fb sulla scelta di "festeggiare" un sacramento così importante in questo modo così esibizionista e apparentemente poco religioso. Infatti nel manifesto sostanzialmente ci sono solo le foto dei due ragazzini in posa in ambienti sicuramente non ecclesiastici e con nessun riferimento alla religione".

leggo.it


 

Convinta di essere la sosia di Raffaella Fico, apre una pagina su Fb: ''Siamo uguali''

NAPOLI - Nel giro di pochissimo tempo Raffaella Parvolo, una donna napoletana convinta di essere la sosia di Raffaella Fico, è diventata un vero e proprio fenomeno sui social network.

I suoi fan su Facebook hanno raggiunto quota 23.000 e, a guardare il coinvolgimento degli utenti, crediamo che possano aumentare ancora. La Parvolo, a quanto sostiene, ha addirittura un team di truccatori e fotografi che realizzano dei veri e propri servizi dedicati a lei. 

"X chi non riuscisse a distinguerci, io sono quella con gli occhiali.. li ho tenuti apposta x che tanti mi scrivono nei commenti quale sono delle due splendide donne", scrive la Parvolo su Facebook.

leggo.it


 

Record a Napoli, 60 famiglie su 100 rubano l'energia elettrica: ecco la tecnica

NAPOLI - Sessanta dei cento occupanti i cosiddetti «bipiani» del quartiere Barra di Napoli rubavano l'energia elettrica grazie ad allacci abusivi alla rete Enel : a scoprirlo sono stati i carabinieri del Nucleo Operativo di Poggioreale, nel corso di controlli nel degradato complesso di edilizia popolare di via Volpicella eseguiti in collaborazione con il personale tecnico dell'Enel. 

Pericolosissime le derivazioni dalla rete elettrica realizzate da ignoti con morsetti metallici e saldature collegati a fili volanti diretti verso le abitazioni. Dopo il sopralluogo e i rilievi dei carabinieri, i tecnici hanno provveduto a rimettere in sicurezza l'impianto ripristinando la rete elettrica.

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.