scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Spia la nipote con un falso profilo su Facebook e scopre che vuole ucciderla

STATI UNITI - Una storia raccrapicciante, con il tema dei social media, arriva dall'Alabama e vede protagonista la 19enne Marissa WIlliams. L'adolescente abita con la zia ma i rapporti tra loro non sono idilliaci. La donne le rimprovera di passare troppo tempo su Facebook dove perderebbe tempo a cercare di "agganciare" sconosciuti per fare sesso.

Secondo la zia la sua nipote ha più volte invitato sconosciuti a casa, mettendo in pericolo la propria incolumità. Ma ciò che è avvenuto dopo ha dell'incredibile. Marissa ha bloccato l'account della zia su Facebook per non farle più vedere i suoi aggiornamenti. A questo punto la signora ha creato un falso profilo di un uomo e ha finto di comunicare con la sua nipote. 

La ragazza ha iniziato a corteggiare il presunto uomo misterioso, lo ha invitato a casa ad ubriacarsi e gli ha proposto del sesso in cambio di una ricarica telefonica. Poi, presa dalla rabbia, l'ha invitato a rapirla e portarla fuori dall'Alabama. Ma non solo, senza pietà ha chiesto di sparare e uccidere la zia, lo zio, il cugino e il cane, se questi avessero tentato di fermare la loro fuga. 

Impaurita la donna ha subito allertato lo sceriffo di Foster che ha arrestato preventivamente Marissa WIlliams. Il reato è l'organizzazione di un omicidio, la cauzione è di 30mila dollari.

leggo.it

Marissa WIlliams

Facebook e i retroscena di un tentato omicidio:

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.


 

La confessione della 19enne satanista: ''Ho ucciso quasi 100 persone, erano cattive''

NEW YORK - «Ho ucciso decine di persone. Meno di 100, ma ci ero vicina. Arrivata a 22 non li ho più contati»: è la confessione shock di Miranda Barbour, ragazza di 19 anni arrestata in Pennsylvania per l'uccisione di un uomo conosciuto su Craiglist, un sito per la compravendita online e per gli annunci di lavoro e di ogni genere. Un delitto efferato compiuto nel novembre scorso col marito ventiduenne, «per celebrare - dicono gli investigatori - il loro terzo anniversario di matrimonio». Il malcapitato fu strangolato dopo essere stato colpito da 20 pugnalate e il corpo gettato in un garage. Ora i due rischiano la pena di morte.

LA CONFESSIONE Ma dagli interrogatori è venuta fuori una verità sconvolgente. Davanti agli inquirenti esterrefatti Miranda ha raccontato di aver cominciato ad uccidere dall'età di 12 anni, quando fuggita di casa ha abbracciato il satanismo. Allora era in Alaska, lo Stato di origine della sua famiglia. «Non ho mai ucciso a caso - spiega - ma ho sempre ucciso persone cattive. Quando scoprivo che erano cattive per me non c'era più ragione che stessero ancora qui tra noi». Un lucido delirio che ora andrà provato. E la polizia della Pennsylvania sta già indagando con i colleghi di altri Stati e con l'Fbi per scoprire possibili collegamenti tra l'omicidio del novembre scorso e altri omicidi compiuti in altri Stati. «Non so indicare una mappa grazie alla quale poter trovare tutte le persone che ho ucciso», ha detto Miranda, spiegando però che la maggior parte dei delitti è avvenuta in Alaska. «Ho preso il coltello che più mi piace», ha quindi raccontato parlando dell'ultimo delitto, aggiungendo: «È lo stesso coltello che ho usato altre volte». «Ricordo tutto di quel che è successo - è andata avanti - È come guardare un film». L'uomo - che su Craiglist aveva messo un annuncio per cercare compagnia, è stato ucciso dopo che la ragazza si era offerta di fare sesso con lui per 100 dollari. «Gli ho raccontato una bugia, dicendogli che avevo 16 anni, e lui ha detto che era ok». «La risposta sbagliata».

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.

 

Fa rumore col telefonino al cinema, il vicino di posto lo uccide

STATI UNITI - Un uomo oggi ha ucciso uno spettatore nel cinema di Tampa, in Florida, dopo aver litigato con lui perchè usava il telefonino per mandare sms durante la proiezione. Anche un altro spettatore è rimasto ferito nella sparatoria ed è stato trasportato in elicottero in un ospedale di Tampa, secondo quanto ha dichiarato alla Cnn lo sceriffo di Wesley Chapel. «C'è stata una lite sugli sms e il sospetto ha usato una calibro 38, non c'è alcuna indicazione che conoscesse la vittima», ha detto lo scerififfo confermando che il sospetto è stato arrestato.

leggo.it

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.