scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Sesso sadomaso con punti di sutura, due medici indagati a Pisa

PISA - Due medici, un uomo ed una donna, «giocavano ai dottori» in modo pesante fra loro e forse con altre persone, producendosi in performance sessuali sadomaso e utilizzando anche presidi medici e chirurgici: adesso sulla vicenda è aperta un'inchiesta della procura di Pisa.

Foto hot Secondo quanto riporta il quotidiano Il Tirreno tutto sarebbe nato da una chiavetta Usb trovata in lavanderia nella tasca di un camice mandato a lavare. La chiavetta conteneva foto relative a pratiche sessuali con presidi medici e strumenti chirurgici, ma anche con primi piani di parti intime femminili con punti di sutura.

Il materiale sequestrato La pennetta è stata consegnata ai carabinieri e le indagini hanno consentito di risalire ai due medici, un 47enne pisano ed una 40enne livornese. Nel corso di perquisizioni nelle abitazioni e in un camper, riferisce ancora il quotidiano, sono stati trovati pc portatili, chiavette, foto e oggetti usati per pratiche sadomaso.

La difesa I due medici avrebbero spiegato che quelle immagini riguardavano i loro momenti di intimità, senza che fossero coinvolte altre persone. Da accertare, infine, se sono stati usati materiali di studi privati o dell'azienda sanitaria presso la quale lavorano: in tal caso potrebbe scattare l'accusa di peculato.

C'è a chi piace sadomaso e a chi meno ...
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.
 

Lei è insoddisfatta delle sue dimensioni: fidanzato disperato si evira col rasoio

MACEDONIA - La sua ragazza era decisamente insoddisfatta della qualità dei loro rapporti sessuali e non aveva esitato a dichiararglielo in tutta sincerità. Per questo un 22enne ha deciso di tagliarsi il pene con un rasoio ed ora è ricoverato in ospedale.  

Il protagonista della vicenda è Oliver Ilic, un ragazzo macedone che vive a Kocani, piccola città nell'est del paese. Insoddisfatto delle proprie misure e affranto dopo la confessione della fidanzata, il 22enne ha deciso di tagliare il proprio pene con un rasoio, gettandolo poi nella spazzatura.

Immediatamente ricoverato in ospedale per la grande perdita di sangue, il ragazzo è poi stato trasferito a Skopje poiché solo nella capitale vi era personale medico qualificato per un intervento complesso e delicato come quello di riattaccare l'organo genitale. Dopo cinque ore l'intervento è riuscito ma per i medici è ancora presto per sapere se il pene riacquisirà completamente tutte le funzioni.

leggo.it


 

Patata nell'utero per non restare incinta. ''L'ha voluto mia madre''. E finisce in ospedale

COLOMBIA - Temeva che la figlia potesse restare incinta così le ha fatto inserire una patata nella vagina. Una ragazza 22enne colombiana è stata portata in ospedale con forti dolori all'addome e dopo la visita i medici hanno fatto la terribile scoperta.
La giovane aveva una patata, con tanto di radici in crescita nell'utero.
«Mia madre mi ha detto che se non volevo restare incinta questo era il miglior contraccettivo che potessi usare», ha raccontato ingenuamente la ragazza ai medici che le hanno chiesto spiegazioni. 
Il tubero era stato inserito due settimane fa, tempo sufficiente per far crescere le radici. Fortunatamente non è stato necessario un intervento: i medici hanno proceduto alla rimozione della patata e a dare una cura antibiotica alla paziente.
Anna Marchesini e gli anticoncezionali:
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.