scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Le terrificanti cose che non sapevi sulla Cina e i cinesi

Vi piacerebbe fare un bel viaggio alla scoperta della misteriosa, affascinante e attivissima Cina? Magari visitando Pechino, Shanghai  e Tianjin? Bene, prendete un aereo comodo e partite. Il mondo orientale intriga buona parte di quello occidentale, facendo diventare l’esplorazione in terra cinese un “must” da fare almeno una volta nella vita. Prima però è meglio scoprire qualche particolarità e scheletro nell’armadio del popolo più stakanovista del mondo, nonchè tra i più efficienti sia nella grande che nella piccola ed emergente imprenditoria internazionale. A voi una lista di succulente curiosità…

nonsonocurioso.it



 

Le più grandi stranezze sessuali

Paese che vai, sesso che trovi. Sebbene l'atto sessuale sia per tutti uguale, sono molti i paesi che conservano tradizioni che potrebbero risultare inusuali per noi italiani, e che riguardano questa sfera intima. Un esempio? A Guam le ragazze vergini non hanno diritto di sposarsi, e le famiglie quindi assoldano professionisti per deflorarle prima dell'evento.

In Colombia invece in alcune zone è ancora solida la regola che vuole che la prima notte di nozze sia consumata sotto lo sguardo vigile delle rispettivi madri, che devono essere testimoni del fatto. Decisamente estrema è la pratica in Giappone di eiaculare sul viso della propria partner, sempre la prima notte di nozze, per propiziare un avvenire sereno alla coppia; il “Bukkake” ha origini antichissime, e anche se adesso è una parola più conosciuta per definire una categoria molto ricercata di pornografia, anticamente le sue intenzioni erano ben più innocenti.

Decontestualizzare tradizioni troppo lontane dalla nostra cultura è giocoforza un'azione superficiale, ma senza pretendere di capirle fino in fondo possiamo ispirarci a loro per migliorare il nostro rapporto con il partner: potreste per esempio informarlo del fatto che in Burkina Faso le donne hanno il consenso del marito ad avere uno o più amanti, o che in Congo se si desidera un uomo lui non può sottrarsi al nostro volere. Attenzione però in Indonesia, se avete tendenza all'autoerotismo: in questo paese infatti la masturbazione in pubblico è illegale al punto da essere punibile con la decapitazione. Insomma, per evitare sorprese bisogna farsi bastare l'amore nostrano, ma con l'immaginazione si può sempre viaggiare!
* Fonte libero.it
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.
 

La strana creatura nel parco nazionale del Kenya: metà gazzella e metà leone

Uno "strano" animale pelosissimo si aggira nel parco nazionale del Masai Mara nel sud ovest del Kenya. La creatura, stando a quanto scrive il mensile Oasis, avrebbe il pelo marrone scuro, lungo e sfumato di grigio, a coprire gli occhi. Due folti baffoni chiari ed una lunga barbetta ad incorniciarne il muso". L'animale sembrerebbe una sorta di gazzella di Thompson, ma la stranezza, secondo il mensile che si occupa di fauna e flora, sarebbe proprio il pelo che la ricopre, "tanto più lungo del normale da renderla pressoché irriconoscibile. Quasi una criniera leonina sulla testa, ed un vello fitto ed ispido sul resto del corpo". Il primo a catturarne le immagini lo scorso agosto nel parco del Msai Mara è stato un fotografo italiano Paolo Torchio rimasto incuriosito da questo quadrupede con la "testa che assomiglia a quella di un cagnolino ma ricoperta da pelo fitto". La notizia della scoperta di questa strana creatura è stata ripresa anche dal sito che si occupa di news della Tanzania Ippmedia. Il quotidiano precisa che un animale simile sarebbe stato avvistato anche nel parco nazionale Serengeti della Tanzania.

La "gazzella" sarebbe così "strana" da essere diventata un vero e proprio rompicapo per gli stessi scienziati che stanno cercando di capire di che specie si tratti. Il primo avvistamento di questo quadrupede nel parco Serengeti è avvenuto lo scorso ottobre da parte di alcuni turisti che hanno provato a fotografarlo senza successo. Poi un altro turista, Robert Berntsen, è riuscito a catturane un'immagine dell'animale che è stato battezzato come l'enigma del Serengetì. Paschal Shelutete, dell'ufficio comunicazione del parco ha annunciato che un'equipe di zoologi sarà chiamata presto sul posto per investigare. "Ancora non sappiamo se si tratta di una nuova specie di animale - ha detto - oppure di una mutazione genetica". "Mi sembra molto strano che questo animale sia stato avvistato anche nel Serengeti - precisa il fotografo italiano - ma potrebbe anche, visto che il Serengeti e il Masai Mara confinano. Forse avrà migrato oppure ci sono altri esemplari anche in Tanzania".

* Fonte Ansa


La strana creatura nel parco nazionale del Kenya: metà gazzella e metà leone

La strana creatura nel parco nazionale del Kenya: metà gazzella e metà leone

La strana creatura nel parco nazionale del Kenya: metà gazzella e metà leone

La strana creatura nel parco nazionale del Kenya: metà gazzella e metà leone

La strana creatura nel parco nazionale del Kenya: metà gazzella e metà leone

La strana creatura nel parco nazionale del Kenya: metà gazzella e metà leone

La strana creatura nel parco nazionale del Kenya: metà gazzella e metà leone