scuolazoo.com

Notizie incredibili

 

Lo scienziato dell'Area 51 svela tutti i segreti in un video shock: ''Gli alieni lavorano lì''

NEW YORK - Lo scienziato Boyd Bushman è scomparso il 7 agosto scorso, ma poco prima della sua morte ha registrato un video interessantissimo nel quale parla delle sue esperienze personali con l'Area 51, uno dei luoghi più misteriosi del mondo.

Bushman mostra foto di Ufo, alieni e tecnologia anti-gravità. Durante la sua carriera, lo scienziato ha conquistato molti brevetti, oltre che a lavorare per aziende appaltatrici della difesa americana, come la Hughes Aircraft, General Dynamics, e Texas Instruments.

Secondo Boyd Bushman, alcuni alieni sarebbero presenti all'interno dell'Area 51, e alcuni di loro, umanoidi alti circa 1,5 metri con mani palmate, lavorano addirittura all'interno dell'Area stessa, a stretto contatto con gli esseri umani. 

Gli Ufo avrebbero una tecnologia molto avanzata, che permette loro di viaggiare nello spazio ad una velocità superiore a quella della luce. Possono anche comunicare attraverso la telepatia. 

Inoltre, Bushman ha mostrato moltissime foto di alieni e ha ammesso che nell'Area 51 e in altri siti, ci sono due gruppi di extraterrestri in fase di studio. 

Gli alieni hanno dita lunghe, piedi palmati, e provengono da un pianeta noto come Quintumnia, dice Bushman. 

"Ci sono due gruppi di extraterresti - ammette Bushman - Si dividono in due gruppi, come avviene in un ranch. Un gruppo sono mandriani, e gli altri sono ladri di bestiame. I mandriani sono molto più amichevole, e hanno un rapporto migliore con noi".

leggo.it

 

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.

 

Bambino sveglia la mamma dal coma: il video commuove il web

CINA - Zhang Rongxiang è sopravvissuta ad un incidente stradale serissimo a seguito del quale è rimasta per tre lunghi anni in stato vegetativo.

Al momento del drammatico sinistro la donna era incinta. Perciò, per diversi mesi, dalla sua vita (sebbene vegetativa) è dipesa l’esistenza e la nascita di un bambino.

Il figlio, Gao  Qinbao, cullato nel ventre della sfortunata madre, è nato esattamente 5 mesi dopo l’incidente.I medici, con taglio cesareo sulla madre in stato comatoso,  hanno reso possibile la venuta al mondo di un bimbo miracolosamente sano.

È certamente un fatto eccezionale che un bimbo sia nato dal ventre di una mamma in coma, tuttavia storie simili sono già state raccontate e fanno parte dei cosiddetti “miracoli della medicina moderna”.

La particolarità della storia di Zhang Rongxiang, più che nel suo sventurato incidente e più che nel dramma del coma, sta tutta nel suo risveglio. Affinché la donna ritornasse alla vita sono stati necessari tre anni d’amore e speranza.

I medici ritenevano che le condizioni della madre, dall’impatto in poi, non fossero compatibili con una sua ripresa. Ma contro ogni previsione Zhang Rongxiang ha resistito prima 5 mesi, sino alla nasita di Gao Qinbao, e poi ben 2 anni, sino al risveglio.

Il Daily Mail divulgando la notizia del risveglio della donna ha sottolineato che questa mamma è ritornata alla vita “ascoltando la voce del suo bambino”. Romanticamente ed enfaticamente la stampa internazionale ha voluto sottolineare che la famiglia di Zhang Rongxiang non l’ha mai abbandonata e, malgrado la sua condizione, ha sempre portato al capezzale della madre il piccolo figlio, partorito ma mai conosciuto.

Del resto la medicina contemporanea è sicura del fatto che la percezione degli affetti, del calore umano e dell’amorosa vicinanza delle persone care aiuti i malati anche in stato comatoso.

L’episodio che ora commuove e colpisce è che Gao Qinbao adesso, dopo il risveglio della mamma, l’accudisca e se ne prenda cura in maniera del tutto particolare

Mamma Zhang Rongxiang non può ancora masticare né deglutisce bene, il suo bambino con un bacio le passa il cibo, previamente triturato nella sua piccola bocca.

Il video sta commuovendo il web perché testimonia una impareggiabile dedizione, dolcissima e istintuale. Questo “bacio” d’amore, nutrimento e vita attesta come i ruoli delle persone siano scambievoli nei rapporti affettivi e prova che l’amore è l’istinto più potente, vitale e fiero di cui l’essere uomano dispone.

vitadamamma.com

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.

Guarda anche:


 

 

Lo spot che ha fatto smettere di fumare 100mila persone

STATI UNITI - «Sono Terrie, ed ero una fumatrice». Comincia così lo spot-shock del Centers for Disease Control and Prevention, lanciato un anno fa nell’ambito di una massiccia campagna anti-fumo su tutto il territorio degli Stati Uniti. Secondo le stime, questo breve video sarebbe riuscito a far abbandonare le sigarette ad almeno centomila americani, messi di fronte al rischio di poter diventare, un giorno, come la donna di questo spot.

SPOT SHOCK - Terrie ha cominciato a fumare all’età di 13 anni, e oggi vuole dare alcuni consigli ai fumatori per «iniziare la giornata»:

Sono Terrie, ed ero una fumatrice. Voglio darvi alcuni consigli per essere pronti alla mattina. Prima la dentiera, poi la parrucca, poi l’aggeggio per avere le mani libere. E poi sete pronti per la giornata.

La voce della donna è innaturalmente roca, e mentre parla tappa con un pollice il buco lasciato dalla laringectomia, verosimilmente praticata a causa di un cancro.

CENTOMILA FUMATORI IN MENO - Secondo quanto riportato dal quotidiano elvetico Le Matin, la campagna del Centers for Disease Control and Prevention è costata 54 milioni di dollari e avrebbe convinto 1,6 milioni di fumatori americani a fare almeno un tentativo per smettere di fumare. Di questi, centomila ce l’hanno fatta.

giornalettismo.com

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.

Guarda anche: